Le donne hanno davvero bisogno di un uomo che le faccia soffrire?

Le donne hanno davvero bisogno di un uomo che le faccia soffrire?

Immagine 28

Buona sera Mr. scusa se scrivo qui ma non conosco bene la modalità di contatto e vorrei un consiglio. Ho incontrato qualche settimana fa una ragazza che conosco da circa 10 anni che non mi e mai interessata prima di allora. Siamo usciti un paio di volte ed è stato davvero una favola. Affinità, complicità e sesso al terzo incontro. Lei mi ha confessato che esce da un fidanzamento che dura da 9 anni e che è confusa perchè io in pochi incontri (parole sue) le ho saputo dare quello che il suo ex in 9 anni non le ha dato. Poi però se non sono io a chiamarla non si fa sentire. E’ anche questa una prova o semplicemente non sente il bisogno di me? devo insistere io rischiando di sembrare invadente? o le devo lasciare + tempo? rispondimi ti prego

A prima vista potrebbe sembrare un quadretto positivo, anzi estremamente positivo quello che mi hai appena presentato.

Ma per una questione legata alla nostra natura umana, a volte, quando è tutto perfetto, finisci per considerarlo scontato, e quindi per ridurre il suo valore.

Vedi per il momento è andato tutto bene, perchè per lei, tutta questa ventata di novità, l’ha piacevolmente sorpresa.

Tuttavia, se è vero che quella ragazza continua a stare dopo così tanto tempo con un uomo, e credimi, non è una delle poche. Il motivo è uno ed uno solo: continua ad aver bisogno di “soffrire” per continuare a mantere il rapporto con il suo uomo.

E’ un’esigenza tipicamente femminile, che come fenomeno è molto simile a quello che capita, quando una donna si trova ad avere con un uomo molto disponibile con lei.

Se tu le dai già tutto quello di cui lei possa aver bisogno, se la soddisfi in tutto e per tutto, LEI SENTIRA’ in ogni caso, il bisogno di provare nuovi stimoli. (ed è probabile che andrà a cercarli con un altro uomo)

Non tanto perchè una donna sia sadica ed abbia bisogno di soffrire, ma perchè la nostra mente, quando è appagata, tende a cercare nuovi stimoli, senza neppure che noi stessi riusciamo ad accorgercene.

E’ un po come il paradosso di chi vive alle Maldive, rispetto a chi vive a Milano.

Quelli delle maldive vorrebbero vivere in un luogo più movimentato, mentre i Milanesi pagano per passare anche solo una settimana, per stare tranquilli.

Tuttavia, anche il Milanese, dopo un mese di Maldive, incomincia a sentire la mancanza della sua città.

E’ normale che succeda.

Passami una riflessione banale, ma oggettivamente una storia, se è veramente completa, se vuoi effettivamente VIVERLA pienamente, dev’esserci sempre un po di quiete ed un po di tempesta.

Nel tuo caso, lei da un lato vive la “tempesta” con il suo attuale partner e la “quiete” insieme a te. Questo significa che paradossalmente nel tuo caso, avresti bisogno di “farla soffrire” un po di più.

Anche solamente facendole percepire un rischio maggiore di poterti perdere da un momento all’altro, in favore di altre (meglio ancora se sue amiche), ti troveresti a modificare il modo in cui vieni percepito da lei.

O anche trascorrere dei momenti insieme che lei riesca a riconoscere come più “naturali” per il suo modo di intendere un rapporto.

Quante volte capiterà ad esempio che ci siano uomini che portino la loro donna obiettivo, nel ristorante super-chic all’ultima moda, quando poi magari l’altra avrebbe apprezzato di più una cena a casa tua. Per vivere il vostro rapporto in una “dimensione più umana”.

Questo è ad esempio un asso da giocarti con tutte quelle donne, che tu considereresti “inarrivabili” sia perchè magari hanno un fisico strepitoso ed una personalità molto complessa.

Perchè TUTTI gli uomini che ci provano con loro, cercano d’impressionarle con il denaro, con i locali di tendenza, senza sapere che quelle poverette, non ne possono davvero più di mangiare aragoste e bere champagne.

Tu fai venire una modella a cena a casa tua, o portala anche solo a fare un pic nic in qualche location panoramica.

E’ tutto un altro paio di maniche. Perchè si troverà a fare QUALCOSA DI TOTALMENTE NUOVO con un uomo ed il bello è che le piacerà un mondo.

Il risultato è che tu ti sentirai meno sotto pressione, perchè non entrerai nella logica di dover fare “bella figura”, perchè fai qualcosa senza la pretesa d’impressionarla e metti lei nella condizione di NON avere la minima idea di come reagire.

Proprio perchè non se lo sarebbe mai aspettato da te, come non se lo aspetterebbe da qualsiasi altro uomo.

Ora, tu non ti preoccupare, non forzare le cose, che tanto non ce n’è bisogno.

Sforzati di rendere più “completo” il vostro rapporto, falla soffrire un po, le fissi qualche appuntamento e poi non ci vai e non le dici neppure che non potrai venire.

Quando lei arriverà sul posto ti chiamerà e tu le dirai di perdonarti, e che sfortunatamente te n’eri completamente dimenticato.

Vorrei precisare che NON vuole essere un atteggiamento di ripicca o vendicativo. Ti limiti a darle l’occasione di dare sfogo al suo istinto di donna, che ha bisogno di lottare per avere l’attenzione del suo uomo.

Perchè ogni volta che riuscirà ad ottenerla, per lei la soddisfazione sarà BEN PIU’ GRANDE, di quella che avrebbe, se avesse la consapevolezza di averti sempre a sua disposizione.

Questo è il motivo per cui la tensione sessuale è una componente fondamentale del rapporto, sia che tu la stia cercando di conquistare, sia che stiate già insieme. Perchè va a far leva, su tutte quelle componenti istintive che portano una donna a sentirsi attratta a te, o a qualcun altro.

Di fatto ti trovi a conquistare una donna, semplicemente perchè le offri l’occasione di ESSERE UNA DONNA.