Donne Italiane Vs Donne Straniere chi è che si fa comprare più volentieri?

Donne Italiane Vs Donne Straniere chi è che si fa comprare più volentieri?
Mr. Seduzione

Oggi andiamo a toccare uno dei miti che maggiormente contraddistingue la donna italiana rispetto alle donne del resto del mondo.

Quante volte vi sarà capitato di veder passare una delle solite russe mozzafiato alte due metri con dei corpi da urlo e dei visi che sembrano finti, tanto sono belle.

Vi sarà capitato altrettanto spesso di sentir dopo i commenti di qualche ragazza italiana, invidiosa della concorrente estera, di certo non positivi come:”guarda che zoccola questa”, “questa deve essere una puttana”, “questa si veste così solo perchè vuole trovare uno con i soldi”.

La verità poi alla fine è tutto il contrario di ciò che ci potremmo aspettare, nel precedente articolo su “come conquistare le ragazze straniere“.

Le italiane sono per un 60% abbondante dei casi preoccupate di trovare un uomo che faccia fare bella figura a loro quando lo presentano alle amiche, qualcuno che abbia tanti soldi, che le porti nei posti più in e che ogni settimana regali loro vestiti, accessori e quant’altro (ovviamente con importi da tre cifre in su).

Non importa l’età, da giovani cercano il ragazzo con la macchina per poter approfittare dei passaggi, quando sono più grandicelle cercano il ragazzo con la casa grande, meglio se con dependance in località turistiche rinomate come Cortina D’ampezzo o Porto Cervo.

Ma tolti questi dettagli che solo una metà abbondante delle donne italiane cerca in un uomo, la stragrande maggioranza delle donne (e qui evito delle percentuali, ma mi auguro concorderete) in testa ha una sola costante preoccupazione, dare l’impressione agli altri di essere “donne in carriera”, “la figa inarrivabile da un uomo qualunque”, “la donna che non ha bisogno di nessuno per essere felice”, e tante altre tipologie spiacevoli.

Il problema è che non riescono a comprendere che comportandosi in questo modo oltre a rovinarsi la vita da sole, tolgono gran parte di aspiranti compagni dalla piazza.

Ciò che è importante per voi capire non è quanto possa essere zoccola una donna italiana, la cosa fondamentale è che quando vi troverete ad aver a che fare con donne di questo tipo (e succederà praticamente ad ogni ora del giorno e della notte) non prestiate minima intenzione al loro atteggiamento apparentemente scontroso e insofferente.

Siate uomini, andate oltre.

Se vi diranno no, continuate ad insistere, fate capire loro che le fesserie che cercano di far passare per oro colato PER VOI continuano ad essere SEMPRE E SOLO DELLE FESSERIE.

Nessuna donna vi potrà resistere, dipende tutto da voi.

6 Commenti

  1. trader001 12 anni fa

    Innanzitutto voglio complimentarmi con te, Mr.Seduzione.
    Da facebook ho trovato il link del tuo sito e devo dire che sono qui da 2 ore a leggere articoli e risposte.
    Grandi verità.
    Ho 27 anni,sono titolare di un’azienda di consulenza (cose di bilanci..), me la vivo bene, e per lavoro mi muovo molto (anche all’estero) e ho possibilità di conoscere ragazze in ogni dove.
    Non c’è paragone con le straniere.
    Sono magnifiche, dolci, stupende, sincere, senza preconcetti e pronte a scoprirti e scoprirsi.
    Devi saper parlare le lingue, questo è un must.
    Ho letto con molta attenzione il tuo articolo sulle ragazze ungheresi e ti posso dire che la mia ex Svedese e poi l’altra Olandese erano così.
    Addirittura prendevano l’aereo per venire a trovarmi (del tipo: “ciao, arrivo alle 20h, mi vieni a prendere a Linate?”) e mi facevano sorprese su sorprese: sapevano coccolarmi e stupirmi come fosse ogni volta la prima volta.
    Io anche ricambiavo in modo “sorpresoso” stupendole, sorprendendole con regali, weekend a Milano, in Costa Azzurra, montagna, lago, apparizioni notturne a casa loro (dopo aver preso l’aereo) e un’intensa palestra da materasso che veniva praticamente da sé senza dire né “mah” né “beh”.
    Poi le relazioni sono finite di pari accordo (lo “step” successivo sarebbe stata la convivenza), con rammarico e grande tristezza da entrambe le parti, ma con la lucida convinzione che così non si sarebbe potuto andare avanti e per la distanza e per gli impegni di studio reciproci che ci vincolavano entrambi fino a poco tempo fa.
    Relazioni che sono finite, sì, ma è rimasto un bel rapporto e tutt’ora le sento e ci scriviamo e ci vediamo se passano di qui o io di lì.
    Insomma: abbiamo agito in modo maturo lasciando una porta aperta per il futuro: una sorta di stand-by, “dell’avvenir non v’é certezza” diceva qualcuno…
    Io con loro,e loro con me, ho costruito un’aura di conoscenza e di fiducia sulla base delle emozioni e dei momenti unici trascorsi insieme come un profondo solco nel cuore che ci porteremo col sorriso per tutta la vita.
    In poche righe mi è impossibile descrivere le emozioni e il desiderio di vederci che cresceva all’avvicinarsi delle chiamate quotidiane o ancor più degli incontri..ma giuro che erano indescrivibili perché eravamo coinvolti in un turbinio di emozioni che è molto di più della semplice infatuazione (che non giustificherebbe i ripetuti spostamenti in aereo per una semplice e gretta “trombata”).
    Ho avuto anche altre ragazze durante le mie vacanze e i miei soggiorni rigorosamente all’estero e anche se non sono state relazioni importanti ho avuto successo con la mia tecnica di seduzione.
    Ora il capitolo italiano: una tragedia o poco ci manca.
    Io sono sempre io e, a parte la lingua parlata, non sono un’altra persona se mi trovo in Italia!
    Ebbene sembrerebbe di sì.
    Ho avuto una ragazza italiana che,dopo avermi fatto impazzire a lungo portandomi ad una crisi di nervi, ho scoperto che si era addirittura fatta mettere incinta dal mio ex migliore amico (potete capire perché ex-amico).
    Lascio a voi i commenti in merito, io stendo un velo pietoso.
    A parte questo “intermezzo” molto triste sono uscito con altre ragazze ITALIANE ma non so com’é non ha più funzionato..la cosa durava da 2/3 settimane a 1/2 mesi..tante volte senza beccare molto anche perchè io non vivo in funzione della ragazza perché sono molto impegnato e poi non mi sembra il caso che il mondo debba ruotare attorno alla ragazza di turno.
    Ciò non significa che io non sia propositivo, anzi, ma il tempo che metto a disposizione è limitato e non infinito.
    Tutto il know-how acquisito in precedenza veniva applicato con le italiane senza però dare un riscontro positivo.
    L’approccio funzionava sempre,ma poi la tecnica non si applicava..come pretendere di andare a fare freeclimbing con le infradito.
    Quindi mi sono stufato della italiane e ho continuato a coltivare le relazioni con ragazze STRANIERE ma che vivono a Milano.
    Sembra che l’aria di Milano le contamini irreversibilmente poco alla volta, sarà anche la concorrenza che io all’estero non avevo,sarà perché capiscono che qui sono cosine molto appetibili, però malgrado ciò, con più fatica ottenevo i miei risultati.
    Inoltre,non essendomi mai comportato male, gentile sì, ma non pirla come un pollo da farsi spennare, ho sempre mantenuto un certo grado di distacco e ciò mi ha permesso di mantenere sempre un bel rapporto anche dopo che le relazioni erano finite: chiamatelo “spirito imprenditoriale” o come vi pare ma mantenere il contatto fa piacere perché lusinga ricevere periodicamente qualche sms o chiamata..
    Le italiane invece..Oddio..un disastro.
    E qui chiedo a te.
    Con l’ultima, italiana, sono uscito 3 mesi e poco alla volta lei è diventata sempre più evanescente fino a scomparire nonostante i miei inviti, le proposte di weekend..etc.etc..
    All’inizio era come al solito tutto perfetto, tu perfetto, lei anche, un idillio fatto realtà.
    La complicità che si crea tra uno sguardo, un bicchiere di vino e una leggera carezza, gli ammiccamenti, le risate e le parole sussurrate..una tensione positiva vibrante.
    Analizzando i dati statisticamente, le uscite, le chiamate e i messaggi da parte sua si sono diradati e sono diventati sempre più freddi fino a tirare in ballo che probabilmente era il “destino” che ci remava contro!
    Tirare in ballo il destino in una situazione del genere mi sembra inappropriato e inopportuno come tirare una bestemmia in chiesa.
    Diciamo che io non è che vivessi per lei essendo molto occupato per i miei affari durante il giorno, anche perchè non mi piace stare addosso alle persone asfissiandole.
    La coccolavo sì, ma il mio mondo non ruotava intorno a lei.
    Le relazioni sono come un barca: se remi solo tu giri in tondo.
    All’epoca le risposi che, non vedendoci da un pezzo, se aveva intenzione di iscriversi al guinness dei primati per i pacchi e le bugie inventate era sulla buona strada e che comunque, siccome non avevo nessuna voglia di perdere tempo né di farmi prendere in giro, la chiudevo lì perché a nascondino avevo smesso di giocare a 8 anni aggiungendo che il destino ce lo si crea da soli “homo faber fortunae suae” per quanto ci è concesso e non è imposto dall’alto.
    Mai più sentita.
    Devo dire che alla fine mi infastidiva quasi sentirla quando, dopo una giornata di lavoro, arrivi a casa e vorresti solo rilassarti e non sentir menate, scuse e stupidaggini dalla ragazza che ti piace.
    Evidentemente faceva la furbetta..ma poteva inventarsi una scusa migliore in caso.
    Io mi sono sempre comportato in maniera cristallina con le ragazze perché credo fermamente non si debba, come dici tu, trasformarsi in un alter ego in presenza di fauna femminile.
    Sarebbe grottesco e appariresti inadeguato e goffo.
    Quando esco con delle ragazze voglio vedere oltre al target letto perché incontrare una persona è stimolante e ti arricchisce e chissà mai che si riveli poi quella giusta.
    Sempre meglio essere se stessi gentili o cinici o bastardi o cos’altro..ma almeno non si tradisce in primis se stessi.
    Però a me in Italia con le Italiane non va e con le straniere sì.
    La mia NON è una questione di insicurezza, paura delle donne o qualsivoglia.
    Tu hai una risposta?
    Cerco sempre di partire da una “tabula rasa” senza preconcetti ma poi mi accorgo che “leggendo” la ragazza che ho davanti sento spesso un allarme nella mia testa che mi dice:” attento, questo è un segno negativo..”
    Si rivelano ,per diversi gradi e situazioni, viziate, con un umore altalenante, logorroiche, fobiche, maniache della moda Vuitton/Tiffany/Gucci, ragazze disponibili nei modelli bionda vera, “mechata”, mora, difficili e problematiche, senza grandi prospettive oltre l’aperitivo, inquadrate nello stereotipo della loro vita Milano-Santa Margherita-Porto Rotondo/Cervo-Forte dei Marmi-Crans/Cortina.
    Queste le Italiane a Milano, almeno una buona parte.
    Tante qui in Italia si sono “innamorate” della bella vita che posso far fare loro piuttosto che di me (e non sono un brutto ragazzo senza argomenti), ma se all’inizio facevo fatica a rendermene conto, ora sono più scaltro e, se é questo che vogliono, per brutto che possa essere dirlo, ci sfruttiamo implicitamente a vicenda con la consapevolezza da parte mia che quando mi stufo non ci rimarrò male se la relazione finisce per mia o per sua volontà.
    Che tristezza, che differenza c’é tra loro ed una accompagnatrice/prostituta d’alto borgo?
    Voglio essere cattivo: nessuna, solo che loro si fanno pagare “implicitamente” con la bella vita che permetti loro di fare e non con il contante o assegno.
    Tante ragazze italiane sono una bella cornice e niente più perchè oltre quello che vedi, spesso e volentieri, non c’é niente di più.
    Ne ho conosciute anche di buone di Italiane, ma sono le felici ragazze di miei cari e fortunati amici.
    Quindi io dico W la ragazza straniera, semplice, senza troppo trucco, che non ci mette 2 ore a prepararsi tipo restauro, senza preconcetti, che viene anche a conoscerti, che non gioca a nascondino se sei sincero e vero, che se ti deve dire una cosa te la dice perché la pensa veramente e ci ha ragionato.
    La bellezza sta nelle cose semplici e anche una birra con la ragazza giusta può rivelarsi molto più magica di una serata nel più bel ristorante di St.Tropez con una cretina ingioiellata.
    Credo questo: le italiane dovrebbero essere più umili, semplici e prendere esempio dalle straniere perché, scusate l’espressione, “non ce l’hanno solo loro” e il mercato è libero, aperto e offre molto oltre i confini italici.
    Spero che tu mi possa dare la tua opinione in merito e spero di aver aperto gli occhi a qualcuno che è rimasto impantanato con questo tipo di ragazze milanesi.

    • Mr. Seduzione 12 anni fa

      risposta sul blog

    • Mario 3 anni fa

      Confermo in pieno quanto hai detto, le italiane non mi guardano neanche in faccia poi un giorno ho conosciuto una ragazza colombiana che ha fatto di tutto per farmi capire che teneva a me e ora sono felicemente fidanzato con lei 😍❤ non farei mai il cambio con un italiana fighetta, acida, falsa, scorbutica e con un tiraggio all’ennesima potenza

  2. dorian 11 anni fa

    qualsiasi donna di questo mondo guarda il portafoglio di un uomo, ma effettivamente le straniere non hanno alcuno scrupolo, non sono d’accordo con l’articolo

    • Mr. Seduzione 11 anni fa

      prova a fare tutto ciò che ritieni possa illudere una donna del fatto che tu possa essere ricco, e vedrai che scoprirai tante cose interessanti.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*