Come conquistare una ragazza fidanzata – Parte terza.

Come conquistare una ragazza fidanzata – Parte terza.
Mr. Seduzione

Un’ossessione comune davvero a molti uomini. Portare via la ragazza ad un altro uomo, può voler significare non solo un successo devastante, ma una doppia vittoria.
La soddisfazione di aver conquistato la donna, ed averla portata a “rinnegare” o riconsiderare del tutto la sua situazione sentimentale passata. Si tratta un po come di vedere la propria squadra del cuore vincere 6-0 contro il Manchester United alla finale in Champions League.
Avrei potuto riempire scaffali interi con le email di chi ci ha criticato per dare suggerimenti alle persone su come “guastare le feste” alle coppiette. Ci hanno accusato di plagiare le donne, di essere eccessivamente invasivi sulle loro menti, insomma… le solite prediche che si fanno ai bambini dispettosi.
Bè questo è un sito dove più volte abbiamo invitato a comportarsi nel modo più corretto possibile con le donne, ma se essere semplicemente migliori di tanti altri uomini, tanto da portar via loro le donne, possiamo definirci “uomini dispettosi” ed esserne assolutamente fieri.
Battute a parte, sono convinto che questo fenomeno, Darwin l’avrebbe definito “evoluzione della specie”, non gli sarebbe passato neppure per l’anticamera del cervello di considerarlo come un atto riprovevole.
Si tratta proprio del concetto di evoluzione su cui vorrei soffermarmi oggi.
“Per quanto possa sembrare impossibile, il cammino non è così ripido come può sembrare”.
Tempo fa avevo conosciuto una ragazza veramente da urlo, il classico esemplare che continui ad accarezzare con gli occhi per riuscire a trovare anche solo un minimo difetto, Un corpo da perderci assolutamente la testa ad ogni singolo suo movimento.
Un mix di un carattere frizzante, sexy, cordiale dentro ad carrozzeria da playmate, c’è assolutamente da andare fuori di testa.
Bene a quel tempo questa miss da urlo era fidanzata insieme ad una persona che stimo moltissimo, quindi non mi ero posto neppure il dubbio di decidere se ingaggiarla nel mirino o lasciarla stare.
Quante volte quando stavano insieme si parlava del più e del meno, distesi su qualche divano nel privé di un locale molto famoso in costa smeralda, il clima era sempre tra l’amichevole freddo ed il rapporto di cortesia che si ha con il proprio vicino di casa, ma vi assicuro neppure un feedback che mi potesse lasciar intendere qualcosa riguardo ad un suo eventuale interesse
Passa circa un anno, la storia tra i due un bel giorno finisce e mi ritrovo davanti questo metro ed ottanta di curve, da far andare in testa coda qualsiasi porsche o ferrari. Un discorso tira l’altro ed emerge che lei quando stava con il mio amico era cotta persa di me, ma aveva timore di farci rovinare la nostra amicizia.
Non solo, dopo questo outing decisamente imbarazzante, mi ha pure confessato che a quel tempo, aspettava solo un mio segnale per capitolare definitivamente e chiudere con il capitolo del mio amico.
Questa storia mi ha segnato profondamente ed ogni volta che penso ai segnali che ci inviano le donne, mi viene sempre in mente l’episodio vissuto con questa ragazza incredibile.
Conquistare una donna fidanzata è una situazione dove se si vuole portare a casa il risultato bisogna muoversi parallelamente al nostro “rivale”, un po come se si trattasse di due treni. Nel primo ci siete voi e nell’altro c’è la vostra donna obiettivo con il suo uomo.
Voi dovete portarla a bordo, non far deragliare lui con la vostra bella. La scena è molto figurativa, però effettivamente facendo deragliare la coppietta, rischiate di perderli entrambi.
Non serve a molto denigrare l’altro, perchè si rischia d’innescare nella ragazza l’istinto materno, quindi magari trovarsi ad avere poi lei che corre da lui ad asciugarle le ferite. Quindi da EVITARE nel modo più assoluto.
Se correte parallelamente significa che dovrete fare in modo che lui mandi tutto in crisi da solo.
Il buon Quinto Fabio Massimo (detto il Temporeggiatore) può essere considerato come valido esempio per la nostra situazione.
Lui non tentava di spazzare via l’avversario (Annibale) con attacchi massicci e poderosi. La sua tecnica era più un “mordi e fuggi”. Cercava d’indebolire la posizione del nemico, in modo da portarlo a soccombere da autonomamente, senza sostanzialmente attaccarlo in modo drastico.
(Per il tempo per cui è durato ha avuto risultati decisamente positivi. Tuttavia, il senato non comprendendo il disegno complessivo, era convinto che Quinto fosse un vile codardo. Quando venne destituito i Romani effettuarono un attacco diretto bello massiccio, perdendo rovinosamente.)
Il vostro obiettivo è proprio quello d’indebolire la sua posizione, infastidirlo senza che possa dirvi nulla a riguardo. Mettere la sua donna nell’ottica di considerarvi brillanti, piacevoli e teneri, mentre lui come un essere patetico ed “ingiustificatamente” geloso.
I rapporti di coppia hanno un decadimento fisiologico.
Dopo poco tempo entrambi gli elementi della coppia sentono mancare “qualcosa” al rapporto esistente. Tutto dovuto alle caratteristiche del proprio partner. Generalmente si tratta delle stesse caratteristiche che all’inizio del rapporto si tendono a sottovalutare, ma che con il passare del tempo riemergono come tanti piccoli cadaveri.
Per alcune coppie può essere il fatto di non andare a ballare, per altre di fare sempre le stesse cose, per altre ancora aver perso il giro di amicizie… insomma ci possono essere milioni di motivi validi su cui potete fare leva per far cadere la bestia sotto i suoi stessi artigli. (è cattivo da dire, ma suona dannatamente bene)
Sia diretto, ma con i guanti, passionale ma con discrezione.
Può sembrare un controsenso unico, ma per mandare sotto pressione il vostro nemico avete bisogno di farlo “fantasticare” in modo negativo.
Dovete fare in modo che pensi che voi ci stiate provando, senza lasciare prove, quindi niente dichiarazioni, niente regali, niente lettere, sms o pensieri carini.
Sensualità con il contagocce.
Per farlo fantasticare avrete bisogno di essere sensuali con discrezione. Slanciatevi in giochini da bambini, mordetele un braccio per scherzo, ogni tanto sculacciatela guardandola negli occhi e date l’impressione di NON CONSIDERARE assolutamente il suo partner attuale.
Se riuscirete a costruire questo rapporto giocoso/sensuale e se lo farete correttamente, potete stare certi che la ragazza apprezzerà questa situazione un po diversa dal solito. Tutto sarà più facile.
A lei piace vedere il suo uomo geloso. Se lui diventa troppo geloso non le piacerà più.
Già, è un po come fare uno più uno, è matematica, è legge.
Alle donne piace vedere i propri uomini diventare gelosi, vederli mentre emerge quella componente terribilmente sexy, un po animalesca. Tuttavia non appena la situazione diventerà insopportabile, nella loro mente, AUTOMATICAMENTE ci sarà uno scambio degli ruoli.
Un po come quando nei primissimi secondi che ci si conosce, le donne tendono ad ETICHETTARE gli uomini in due categorie molto rigide: AMICI e AMANTI.
Con il passare del tempo diventa sempre più difficile fare il passaggio di categoria.
Ma torniamo a noi, quando il suo uomo esagererà con la gelosia, nella mente della donna il suo partner diventerà un possibile amante qualsiasi, mentre voi diventerete come l’Amante desiderabile.
Cosa significa questo? Bè siete svegli abbastanza per intuirlo da soli.
Lui impazzirà di gelosia, i due litigheranno come folli, lui la accuserà di fare la gatta morta con voi, lei non capirà tanta gelosia per qualche giochino infantile, voi continuerete a massacrarlo facendolo fantasticare, ancora e ancora e ancora… fino a quando non si molleranno.
Dopo prendete la mira…. e COLPITE. Niente prigionieri.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*