Paura del contatto fisico, come risolvere la questione.

Paura del contatto fisico, come risolvere la questione.
Mr. Seduzione

Ciao seduzione, cosa può fare chi come me ha paura del contatto fisico? Ultimamente ho cercato di cambiare ma non ho alcuna spontaneità nè mi sento a mio agio…inoltre non saprei da che parte cominciare a mettere le mani e mi sentirei imbarazzato oltre che mettere a disagio la ragazza, farei fatica a trovare una scusa anche a prenderla per mano..Ciao!

Non so se tu abbia già avuto modo di consultare il manuale, c’è un intero capitolo legato a tecniche per risolvere questa paura totalmente ingiustificata.
La buona notizia di oggi è che fortunatamente questo tuo problema esiste attualmente in un unico posto:

Nella tua testa.

Per risolvere questo tuo inconveniente è necessario lavorare molto sul tuo approccio psicologico e pratico al tuo modo di interagire non solo con le donne, ma anche con gli altri!
Fino ad oggi ho individuato un fattore comune tra i tanti che hanno paura nell’avere contatto fisico con le persone:
Un perverso trigo mentale (per non dire sega mentale, oooops l’ho detto) che ti porta a considerare il contatto fisico come una sorta di messaggio di debolezza, verso gli altri.
Anche se uno vorrebbe avere questo benedetto contatto fisico, teme che instaurandolo, l’altra persona possa intuire che ci stiamo provando con lei. Questo ci porta a pensare di esserci in qualche modo “abbassati” e abbiamo come l’idea che esponrci, significhi dimostrare di essere “deboli”. Un po come se esporsi non facesse abbastanza “figo”.
Non so se abbiate capito esattamente ciò a cui mi stia riferendo, ma è oggettivamente complicato da spiegare, ogni tanto mi capita di discutere con alcuni clienti di questa “noblesse” nell’evitare il contatto fisico con gli altri. Generalmente si risolve con dei semplici esercizietti pratici, in poche serate.
Sapete che amo le terapie d’urto, un po per qualsiasi componente della vita.
Per il contatto fisico, tolto il fatto di lavorare sulle strutture mentali, vi conviene andarci pesanti, stringere tra i denti un bel pugnale alla Rambo ed ogni volta che volete toccare una ragazza, LO FACCIATE senza pensarci troppo su.
Non fatevi inutili trighi mentali (sta volta non ci casco più),DA QUANDO prendere la mano di una ragazza E’ DIVENTATO UN CASO DI STATO?
Solo perchè da bambini siamo stati abituati ai cartoni animati della Disney, dove ogni volta che i personaggi si toccavano, entrambi arrossivano come lampadine da 1000 watt, non vuol dire che dobbiamo continuare ad andare avanti con questo retaggio psicologico nella testa.
Se siete al bar, volete abbracciare una ragazza, anche senza motivo, FATELO e se vi chiede il motivo per cui l’avrete abbracciata ditele che aveva un’aria invitante. …e dopo? Lasciatela tranquilla per un po, e continuate come se non aveste fatto nulla di speciale, INFONDO NON AVETE FATTO NULLA DI SPECIALE PER DAVVERO!
Ogni tanto può capitare di avere il timore che una possa pensare che ci stiate provando e quindi che questo potrebbe peggiorare la vostra posizione. Insomma, PUO’ CAPITARE, ma mi auguro vivamente che si verifichi molto meno nel prossimo futuro.
Se uno al contatto fisico aggiunge un atteggiamento da “romantico” tremolante, il messaggio che si invia diventa un inequivocabile: “Si è vero mi piaci, ma sono timido e so già che mi dirai di no”.
Se è questo il messaggio che volete trasmettere alla ragazza con cui siete fuori, FUGGITE A GAMBE LEVATE DA QUESTO BLOG, prima che vi venga a prendere a fucilate.
Il contatto fisico deve comunicare dei messaggi validi, “Non sei male, ma anche se sto bene con te, per il momento preferirei averti come amica”.
Come si fa a comunicare una cosa del genere?
Ci si comporta in modo molto naturale e spontaneo, si ride, si scherza e poi si lascia “mantecare” (come direbbero i cuochi”) a fuoco lento, fino a quando non sarà lei a desiderare voi.
Chiaro per essere in grado di comunicare in modo giusto è necessario lavorare sulle strutture mentali ed acquisire una notevole sicurezza in sè stessi. Ma da qualche parte dovrete pure cominciare!

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*