Siamo in grado di controllare il nostro fascino?

Siamo in grado di controllare il nostro fascino?
Mr. Seduzione

ciao mr seduzione,
stavo rileggendo un vecchio articolo, i posti migliori per conoscere e conquistare ragazze, ho letto la frase “NON SI SCEGLIE DI ESSERE ATTRATTI DA QUALCUNO, SI VIENE ATTRATTI E BASTA.”, ecco a proposito di questo, mi è venuto da pensare:
ma se si viene attratti da una ragazza, certo può essere per il suo aspetto fisico, o per il carattere, ma per attrarre qualcuno la ragazza comunica messaggi col proprio corpo, no?
il punto è: ma è possibile non essere attratti da una ragazza, o da più ragazze, perché loro non vogliono comunicare con te (col corpo) e di conseguenza non volerti attrarre perché non vogliono avere a niente a che fare con te?
può essere giusto un ragionamento di questo tipo?

Diciamo che la tua è più una disquisizione filosofica, che una riflessione sulle tecniche di seduzione.
Il concetto è oggettivamente interpretabile in modi diversi…
NON SI SCEGLIE DI ESSERE ATTRATTI DA QUALCUNO, SI VIENE ATTRATTI E BASTA.
Ci sono tutta una serie di variabili.
1. Per quanto riguarda le persone che VOGLIONO attrarre.
Ci sono quelle che ci riescono, che a loro volta si suddividono in quelle che hanno un linguaggio del corpo più spontaneo e quelle sono meno spontanee.
Ci sono quelle che NON ci riescono, che si suddividono anche loro nelle stesse categorie.
2. Poi ci sono le persone che NON VOGLIONO attrarre.
Anche queste si suddividono nelle stesse varianti.
Il discorso di base che lega tutte queste casistiche si compone di una parte psicologica ed una ovviamente estetica.
Non prendiamoci in giro, una bella ragazza, con un corpo mozzafiato attrae molto più semplicemente di una ragazza inguardabile, fin qua non ci piove.
Tuttavia è altrettanto vero che una donna non troppo bella può attrarre un uomo molto bello. La stessa cosa si può dire ANCHE degli uomini.

A complicare ulteriormente il nostro modellino ci sono pure tutte quelle caratteristiche più particolari che ciascuno di noi ricerca nell’eventuale preda.
Insomma che uno lo voglia o meno, potenzialmente chiunque è in grado di attrarre una persona.
Tu, da quanto ho capito, correggimi se sbaglio, vuoi capire se una persona sia in grado di rendersi totalmente “repellente” evitando quindi di attrarre un altra persona.
Ora che ci penso meglio la domanda è completamente assurda per quanto riguarda questo blog.
Voglio dire, è chiaro che se non vuoi attrarre una persona lo puoi fare. Un esempio potrebbe essere quello di tirargli un pugno in pancia oppure di tirargli una ginocchiata nello stomaco, dopo sicuramente l’altra persona non ti rivolgerà più la parola.
Battute a parte (non ti offendere, è assurda nel senso buono!), dopo che riempissi (per modo di dire ovviamente) di botte una ragazza, una volta innescata in lei la seduzione, è probabile che lei resti attratta da te IN OGNI CASO.

Ora che ci penso qualche anno fa avevo sperimentato sta cosa, tra l’altro è stato un evento che era capitato successivamente al caso di Ezio che vi avevo raccontato precedentemente.
(perdonate i riferimenti funebri, ma forse è proprio per questa stranezze che mi sono rimasti più impressi).
Era un periodo in cui stavo frequentando una ragazza, conosciuta in uno chalet a pranzo, mentre trascorrevo le vacanze invernali in Svizzera. Sapete come sono fatto, mi piace sperimentare, specialmente quando si tratta di donne, così dopo qualche giorno mentre ero al bar con amici ho conosciuto un’altra ragazza splendida.
Perdonate se non ricordo il nome, ma è successo tutto così in pochi giorni che ho rimosso ogni riferimento a nomi. Fatto sta che lei era la classica Svizzerina capelli biondo/rossicci, lentiggini, occhi azzurri da panico ed un corpo degno dell’ultima Playmate dell’anno.
Ricordo ancora oggi, come da quella tuta da sci, si intuisse quanto fosse tremendamente sexy, …va bè, saltiamo lieti ricordi ed andiamo al solo.
Il giorno successivo a quello in cui l’avevo conosciuta l’ho invitata da me per il dopo cena, quell’anno avevo  affittato un piccolo chalet con l’irrinunciabile vasca idromassaggio, che è sempre un tocco di classe molto apprezzato dalle donne. Così un bicchiere di vino ha tirato l’altro, un sorrisino ha invogliato a procedere sul campo, ed alla fine si sa, se qualcuno provoca bisogna reagire in qualche modo…
La serata è stata assolutamente da “hall of fame”, anche perchè svestita era addirittura migliore di quanto l’avessi immaginata il giorno prima sulle piste da sci.
Ma escludendo questi dettagli, vengo a scoprire la mattina seguente che la fanciulla in questione, era niente poco di meno che era fidanzata da ben 6 anni con il migliore amico di un mio collega (oltre che caro amico), che sarebbe arrivato di lì a qualche giorno.
Insomma cedere alla tentazione della Svizzerina mi avrebbe potuto creare non pochi problemi e soprattutto non avrei voluto rovinare il rapporto di amicizia tra il mio collega ed il suo amico.
In queste situazioni le soluzioni sono due: o si torna a casa (rinunciando alle vacanze ed ai 1000 e passa euro dell’affitto dello chalet) oppure si tagliano i ponti.
A questo punto l’ho voluta buttare sul tragi-comico e per tentare di scoraggiare il suo entusiasmo (visto che volevo evitare di rovinare la storia con il suo uomo), il giorno successivo le ho chiesto se avesse voglia di accompagnarmi in un posto speciale.
(mi era venuto in mente che l’anno precedente era stata sepolta nel cimitero lì nei paraggi una giovane sciatrice che aveva vinto una serie di titoli di bellezza)
Così l’ho portata in questo cimitero molto carino e, crisantemi alla mano, siamo andati a salutare la “mia” Inge ormai defunta.
Usciti dal cimitero, guardandola negli occhi le ho fatto un discorso tipo: “sai, io ti trovo una ragazza assolutamente fantastica (ed era vero) ma purtroppo mi ricordi troppo la mia ex e se dovesse nascere qualcosa tra di noi avrei questo ricordo costante di lei. Forse sarebbe meglio chiuderla qua”.
Il mio obiettivo era quello di mollarla nel modo più indolore possibile, evitando di destare sospetti nella compagnia, per il tradimento che si era consumato in quei giorni.
Il fatto è che purtroppo la ragazza si era presa una cotta più pesante di quanto immaginassi, così alla fine ho passato delle vere e proprie vacanze infernali.
La Svizzerina che voleva mollare il suo uomo, che appena arrivato al paese si è trovato la sua storia improvvisamente cancellata dal giorno alla notte, il mio collega allibito e il simpatico nuovo arrivato che mi avrebbe visto volentieri appeso al pennone del campanile.
Questo per dirti, a volte l’attrazione prescinde la razionalità, se fai tue tutta una serie di elementi, rischi di innescare la seduzione passiva anche senza che tu stesso lo voglia effettivamente.
Diventa parte integrande del tuo stile di vita, del tuo modo di porti con gli altri ed una volta interiorizzata va in automatico.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*