Come conquistare una donna. – Quando lei è più "matura".

Come conquistare una donna. – Quando lei è più "matura".
Mr. Seduzione

Ciao Ms. Seduzione.
A proposito di errori: ho passato una serata stupenda con una donna bellissima, ma alla fine della serata un po’ per inesperienza (sarebbe la mia prima volta) un po’ per le mie immancabili sege mentali non ho avuto il coraggio di baciarla.. E lei ha pure trovato più di una scusa per “restare” in attesa che la baciassi.
Ora tu dirai dove è il problema, chiedile un altro appuntamento? L’appuntamento c’è o meglio c’era.. quando mi ha chiesto l’eta io sono stato sincero.. io ho 20 anni e lei 30. Credo che la differenza di 10 la senta perchè adesso è molto vaga e mi ha detto che forse non può uscire con me per problemi di lavoro.. gli do il beneficio del dubbio.. ma vorrei riconquistarla!

Personalmente non sono mai stato un amante delle regole, in particolare quando le regole mi impediscono di essere libero di fare ciò che sento giusto e ciò che vorrei veramente fare.
Se fossi stato al tuo posto e mi fossi realmente sentito in sintonia con questa ragazza, avrei ignorato tutta questa serie di “preconcetti inscatolati” che la nostra “cultura” ci offre per colazione ogni singola mattina.
Insomma chi ti dice che sia strano o sbagliato avere una relazione con una donna più grande di te?
Lascia che ti dica cosa succede nella maggiorparte dei casi, quando un uomo perde completamente il controllo di un appuntamento.
Serata magnifica, giochi di sguardi, il feeling c’è tutto, ti sembra di conoscerla da una vita, ti chiedi come sia possibile che questa ragazza riesca ad essere così semplice e straordinaria allo stesso tempo.
Poi tutto ad un tratto nella tua testa incomincia a muoversi qualche struttura mentale, l’idea che da lì a qualche minuto possiate combinare qualcosa insieme si fa allettante.
L’eccitazione sale di pari passo con l’ansia di portare a casa un risultato con la fanciulla.
Ed ecco che incominciano i problemi.
Tutto quel flusso di energie positive, tutta quell’empatia che si era creata durante tutta la serata, la fai sparire come un fulmine e la sostituisci con qualcosa che ti porta a mancare l’obiettivo.
Non so come spiegartelo, ma quando ti viene “il guizzo”, quando senti che le cose stanno per andare verso qualcosa di intimo, è come se facessi partire un programma mentale ben definito, con tutta una serie di istruzioni e di procedure.
In questo momento mi immagino un pilota di un aereo da guerra, che finalmente è riuscito a puntare il suo obiettivo, ed attiva il sistema di puntamento automatico per poter attivare l’artiglieria, lanciare i suoi missili ed abbattere il nemico.
Quando senti che potresti arrivare all’obiettivo e incominci a sentirti molto vicino, anzichè attivare il sistema di puntamento è come se attivassi dentro la tua mente una procedura di “comportamento-da-playboy-che-mi-porterà-a-farmi-la-ragazza”.
Raggiungere il più rapidamente possibile la portata di tiro e fare la tua mossa; sembra la cosa più ovvia da fare, ma il problema è ancora un altro.
Tutto l’insieme di automatismi che scegli di attivare, quando vorresti velocizzare il processo di seduzione, la voglia di passare subito dal momento di attesa a quello in cui vi state baciando appassionatamente su qualche divanetto, è la parte che ti può creare problemi seri a conquistare la donna.
Se queste strutture mentali automatizzate SONO CORRETTE, non ci sono problemi, dallo stringerle la mano per la prima volta ad entrare nella sua camera da letto potrebbe volerci anche meno di un’ora.
Ma se quell’atteggiamento non è calibrato bene, non solo t’impedisce di raggiungere il tuo obiettivo, ma rischia di farti perdere la ragazza del tutto.
Ho impiegato qualche anno a comprendere quali fossero gli elementi più importanti da calibrare per aumentare al massimo le chances di conquistare una donna. Non so se hai già avuto modo di darci un’occhiata sul manuale, ma alla fine sono proprio tutti quei automatismi psicologici che una volta che impari a controllarli, diventano davvero parte del tuo NATURALE modo di fare.
Intendo una volta che riesci a capire quali sono quegli elementi del tuo atteggiamento che TI OSTACOLANO e li rimuovi del tutto, magari aggiungendo qualche tecnica di seduzione passiva, voglio dire, è fatta.
In particolare mi riferisco a tutto il discorso della comunicazione NON VERBALE, dove si nascondono la maggiorparte degli elementi negativi che ti tengono lontani dall’essere un uomo di successo.
Non si tratta neanche più di uscire di casa la sera con l’idea: “Sta sera voglio conoscere qualche ragazza spettacolare e magari me finirci a letto in qualche albergo a 5 stelle”.
Una volta che impari a controllare tutta la parte di comunicazione non verbale, incominci a non dare peso ad un sacco di cose, non ti rendi neanche conto di tutto il “processo della seduzione”.
Insomma conosci una ragazza, vi divertite insieme e poi ad un certo punto della serata, senza che tu abbia fatto nulla di particolare vi ritrovate a fare l’amore nella tua o nella sua casa.
Inutile dire che il bello è che nella maggior parte delle volte, non ti rendi neppure conto di ciò che hai fatto per conquistarla.
Quando incomincerai a perdere la distinzione tra i momenti in cui ci proverai con una donna e quelli in cui non ci starai più provando e nonostante ciò riuscirai a conquistare sistematicamente le ragazze che ti interesseranno, significherà che sarai entrato a pieno nella psicologia del gioco.
I limiti nella nostra vita sono più dovuti a stereotipi, ad influenze legate alla nostra educazione ed alle nostre abitudini. Ma non possono e NON DEVONO impedirci di vivere una vita all’altezza delle nostre aspettative.
MAI.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*