Provarci con una donna durante la pausa caffè o mentre fumi una sigaretta.

Provarci con una donna durante la pausa caffè o mentre fumi una sigaretta.
Mr. Seduzione

Caro mister avrei bisogno di un consiglio:
Sono un ragazzo che lavora in un ufficio in questo stesso ufficio da un mesetto è entrata a lavorare una nuova ragazza carina,diciamo la ragazza farebbe girare un discreto numero di maschi…noi due lavoriamo in due settori diversi e quindi ho la possibilità di vederla solamente durante le varie pause caffè.In questo mese l’ho notata molto ( e qui ho sbagliato perchè come tu stesso mi dirai ho fatto passare il tempo e con il tempo sono aumentate le paranoie)e ho visto che è una ragazza molto introversa l’ho vista raramente ridere e parla solo con alcune e sempre le stesse 5/6 persone(e fin qui si tratterebbe di classica persona insicura di se stessa che nasconde questo suo aspetto dietro a questa sua maschera di sicurezza e superiorità che le permette di parlare solo con pochi “eletti”).ok adesso considerando che la classica pausa è caffè più sigaretta all’esterno dell’edificio dove in entrambe volte è circondata da molte persone,che anche se non le parlano diciamo che sono lì per fare la sua stessa cosa (prendere il caffè e fumarsi una sigaretta appunto)che tecnica mi consiglieresti di usare per avere un approccio iniziale che mi porti,ovviamente se c’è un suo interessamento,eventualmente ad invitarla una seconda volta fuori per un aperitivo?in più altro problema e che tra quelle 5/6 persone con cui parla c’è una mia ex di alcuni anni fà che mi lasciò per un unico motivo:andare con un ragazzo che era più “uomo” di me (considera che all’epoca avevo paura pure di baciarla e che adesso rincontrati casualmente nello stesso posto di lavoro non ci parliamo nemmeno)e quindi ho paura che successivamente il suo giudizio possa essere influenzato.
Aggiungo inoltre che con questa ragazza che m’interessa non c’è un minimo di rapporto,diciamo che siamo due totali sconosciuti.
Perdonami se sono stato prolisso e spero in un tuo piccolo aiuto.
Grazie di tutto

La cosa che mi stupisce di più di tanti single cronici è che vorrebbero avere la moglie ubriaca e la botte sempre piena.
Si fanno tanti problemi che spesso poi non sono neppure riscontrabili, si lasciano spaventare da un ombra nel buio, pensando che si tratti di uno spettro…
Perchè dovresti preoccuparti di essere visto dalla tua ex mentre parli con una ragazza?
Perchè dovresti fare dei problemi a fare quattro chiacchiere in pausa sigaretta con una ragazza, che per di più parla già con pochissime persone?
Ciò che rende molti uomini scarsi con le donne è proprio questa tendenza a complicarsi da soli la vita con le loro stesse mani.
I dubbi, le paure di avere insuccesso ed i complessi che possono entrare in azione, rappresentano la fetta più grossa dei problemi che finiscono per incidere sul tuo risultato finale con una donna.
Per una ragazza non c’è niente di peggio che stare in compagnia di un uomo che non sappia cosa voglia.
Questo è un problema quanto meno drammatico, specialmente per il fatto che generalmente, chi è titubante nelle relazioni con l’altro sesso è indeciso anche sul resto.
Perchè una donna dovrebbe sentirsi attratta da un uomo che apparentemente sembrerebbe non avere una personalità?
E’ un po come pretendere di far innamorare una persona di un quadro non ancora dipinto.
Ok, c’è la cornice, c’è la tela, c’è un chiodo (però che analogia vincente che ho trovato) e poi?
Mettiamola sull’artistico, la nostra mente, il nostro IO è un artista che deve trarre l’ispirazione dalla propria vita per disegnare la sua tela.
Ci sarà chi preferisce toni scuri, chi i tratti più o meno definiti, altri ameranno entusiasmare il pubblico con scene piene di pathos, ci saranno gli amanti dei temi più classici.
Non importa cosa disegniate su sto quadro, non importa neppure che questo quadro sia bello o brutto, NON DOVETE NEPPURE PREOCCUPARVI CHE POSSA PIACERE.
Ma disegnate qualcosa.
Se c’è gente che paga milioni di euro per certi quadri che in confronto alle opere disegnate sulle lastre di pietra da quegli artisti di strada, sembrano insulti all’arte stessa, sicuramente ci sarà qualcuno che apprezzerà il vostro quadro.
Non voglio stare a fare il predicatore dell’ovvio, ma in troppi si preoccupano di essere più qualcuno che “potrebbe piacere” rispetto che a pensare a PIACERE e basta.
Non sei capace a disegnare? Non importa.
Un concetto fondamentale che vorrei farvi passare quest’oggi è che
Le persone NON s’innamorano di qualcosa, perchè rispetta determinate caratteristiche. Si innamorano e basta.
Torniamo a metterla in termini artistici…
Un quadro piace più di un altro per una questione di proporzioni e di emozioni che suscita nell’osservatore.
Ma ci sono dei punti fermi, ci sono degli elementi su cui la nostra mente elabora determinate reazioni.
Sono proprio questi elementi su cui possiamo giocare, per piacere di più o di meno ad una donna e se per i quadri rappresentano proporzioni e colore, per noi esseri umani si tratta di strutture mentali e atteggiamento.
L’esperienza ci aiuta a capire come misurare e dosare questi elementi per ottenere le risposte che vorremmo avere dalle persone con cui interagiamo.
Ma se siamo con una donna e cerchiamo semplicemente di compiacerla, sostanzialmente finiamo per renderle IMPOSSIBILI tutti quei processi mentali che possono portarla a sentirsi attratta da noi.
Il risultato è che non potendo valutarti, non riuscirà ad apprezzarti.
Riusciresti a giudicare un quadro coperto da qualcosa che non c’entra assolutamente nulla? Non credo.
Non credo che il tuo problema sia semplicemente sapere cosa dirle per fare conversazione per 5 minuti insieme a lei.
Voglio dire, è semplice, vai da lei, qualsiasi cosa le dica va bene, ma preoccupati di essere percepito come un uomo che sa ciò che vuole, pensa a farla sentire attratta da te, queste devono essere le tue uniche problematiche che puoi permetterti.
Quasi sicuramente se ha famigliarizzato poco con il resto dell’ufficio, sapere che ci sia anche un altro uomo che non si trovi proprio a suo agio in quel contesto, ti permetterà di risultarle più “vicino a lei”.
Non metterti a fare il marpione, perchè passeresti per il Solito-Che-ci-Prova e rovineresti tutto.
Regalale la tua mancanza.
Poche parole, concetti chiari e appuntamento nelle ore successive.
Fare discorsi e farti raccontare la sua vita, oltre a trovarlo tremendamente noioso ti crea solo casini.
Fidati, se parli troppo passi per il S-C-P e che non conclude mai nulla.
Onestamente preferisco evitare tutte le varie insignificanti storie di come sono finite lì o dei loro inutili fidanzati, che molleranno a breve.
Il tuo obiettivo è conoscerla e fissare un appuntamento. STOP.
Le chiedi due informazioni sulla sua situazione lavorativa, dove vive (non si sa mai che abiti a 100 km da te) e la inviti ad un aperitivo che un tuo amico sta organizzando in un bar. Lui ti ha chiesto di portare gente e magari le dici di portare anche altri amici con sè.
Che porti anche il fidanzato eventuale, tanto poi di quello ce ne sbarazziamo nei prossimi giorni.
Focalizzati di più sull’obiettivo, mira bene e colpisci.
Tutti i problemi, i dubbi e le paure di perderla lasciale al suo prossimo ex.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*