Conquistare una donna in Palestra – Come funzionano i "luoghi lampo".

Conquistare una donna in Palestra – Come funzionano i "luoghi lampo".
Mr. Seduzione

Innanzi tutto Mr, grazie per tuttt i consigli che ci dai.. ho scoperto questo blog da non molto tempo, ma lo ormai non posso farne più a meno :D
Forse non è questo il posto giusto dove postare questa mia domanda ( se è così mi spiace ^^ ) però volevo sapere, secondo te, la palestra è un buon posto dove cercare di conquistare ragazze o meglio lasciar perdere?
Credo che in una palestra, una volta rotto il ghiaccio, ci siano molti modi per poter apportare il contatto fisico, alla base della seduzione passiva..
Cosa ne dici? in caso affermativo sapresti suggerire qualche buon metodo per realizzare il contatto di cui sopra?
Grazie in anticipo per la risposta

Le palestre non le ho mai considerate un “gran posto” dove sedurre delle donne, insomma, se vai in strutture più “tradizionali” senza tante comodità, senza idromassaggio, zona relax e magari bar, dubito che ci troverai molte ragazze con cui fare conoscenza.
Se vuoi sfruttare questo tipo di luoghi per conoscere e sedurre donne, ti conviene puntare su quelle più “trendy”.
Il motivo è semplice, sono posti più ricercati esteticamente ed offrono dei servizi più sofisticati, e per questa ragione attirano una clientela di un certo tipo.
Un mio cliente ad esempio mi aveva chiesto di aiutarlo a migliorare gli approcci in palestra. Lui era di Milano ed era iscritto in un centro che si chiamava DownTown che costa circa 200/300 euro al mese, ma è puntualmente frequentata da ragazze immagine, modelle, donne dello spettacolo e qualche volto famoso della tv. Sarebbe stato un vero peccato sprecare eventuali chance.
Insomma più che una palestra molto ben frequentata (in tutti i sensi) è una boutique dello sport e del benessere.
Ma per quanto un posto possa essere pieno di gran belle fanciulle, non per questo è considerabile come un posto ideale per sedurne una o più.
Le palestre, come le fermate degli autobus, i bar o gli stessi luoghi di lavoro, bisogna considerarli come “luoghi lampo” dove colpisci e porti a casa un risultato. Sulla mini-guida dell’approccio ad esempio sono analizzati con degli esempi specifici come arrivare al primo bacio già al primo incontro.
Non ha senso perdere tempo impiegando 5 minuti a fare qualcosa che prevede poco più di 45 secondi.
Molti quando conoscono una donna per la prima volta, tendono lasciarsi prendere dall’entusiasmo ed anzichè puntare ad un obiettivo semplice, si perdono a raccontare la loro vita, sperando di impressionarla in qualche modo con la loro capacità oratoria. Ma “stranamente” non riescono ad ottenere mai nulla di buono.
In un “luogo lampo” il tuo unico obiettivo dev’essere quello di portare a casa “un appuntamento” da lì a qualche giorno.
Per farla breve, una volta che ti fai dire il suo nome, il suo numero di telefono hai già fatto tutto ciò che era necessario.
Se sei esigente e soprattutto ti senti abbastanza forte psicologicamente puoi puntare a fissare già l’appuntamento a voce, ma se ti trovi in un luogo lampo dopo che hai superato questi step, DEVI FERMARTI e sparire.
Non importa che lei ti supplichi di restare con lei, non importa che faccia la dispiaciuta.
Se vuoi farla tua, se vuoi giocare, e se soprattutto vuoi VINCERE, devi rispettare le regole del gioco.
In palestra questo discorso ha una valenza ancora maggiore per due motivi:
– Un luogo dove gira gente sudata, da cui la gente vuole uscire nel minor tempo possibile, perchè magari dopo, ha altri appuntamenti a cui andare, non è il contesto migliore in cui muoversi.
Da questo punto di vista le palestre più trendy sono sicuramente più “adatte” a conoscere delle ragazze. Tutti gli aspetti negativi tipici delle palestre più “dure” vengono addolciti da un’atmosfera più piacevole ed accogliente e generalmente ci sono dei salottini con dei divani dove puoi passare del tempo per osservare eventuali prede.
Una donna si sente imbarazzata, perchè oltre a non essere truccata; non essendo vestita in modo “presentabile” non si sentirà sicura di sè stessa.
Questo timore di “non essere abbastanza…” la porterà magari a risponderti frettolosamente, ed in alcuni casi ad EVITARE di intrattenere la vostra conversazione ancora lungo.
Ma nonostante le apparenze, si tratta di una buona notizia.
Se lei ha fretta e vuole farsi vedere il meno possibile in tuta da ginnastica, appena intuirà che accettando la tua proposta la lascerai sola, sarà ovviamente più portata ad accettare il tuo invito.
Infondo si tratta di darle la soddisfazione di aver conosciuto un uomo che vuole conoscerla e che subito dopo è tornato a fare le sue cose, senza essere appiccicoso o prevedibile.
Per una donna un atteggiamento del genere equivale a respirare aria fresca, a sentire di avere davanti un giocattolo nuovo, che per quanto sia stata breve la fase di prima-conoscenza, sembra essere molto promettente.
Nei primi istanti di un incontro hai la possibilità di determinare buona parte del tuo successo o insuccesso con una donna.
Fare un buon lavoro all’inizio, superando a pieni voti il primo approccio, significa rendere molto più semplice superare tutte le fasi successive.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*