Perchè alcune donne sembrano più facili da conquistare di altre?

Perchè alcune donne sembrano più facili da conquistare di altre?
Mr. Seduzione

conquistare-due-donne

Ciao Mr, innanzitutto ti faccio i miei auguri per un felice anno nuovo, e spero sia questo il posto giusto per inserire un nuovo commento.
E’ da un pò di mesi che ti seguo e cerco di fare mie tutte le regole gioco essenziali di cui parli sul blog.
Nonostante tutto sono convinto, e spero di trovare con te una giusta motivazione per ricredermi, che una delle cose di cui una donna non sottovaluta sia l’aspetto fisico. Sin da piccolo ho sempre creduto che anche l’occhio vuole la sua parte. Io in primis, per quanto mi riguarda, ho bisogno che una donna mi piaccia esteticamente un minimo per poter andare oltre.
Mi farebbe piacere renderti partecipe di una mia esperienza che ho avuto durante queste feste di fine anno.
Anche grazie a quello che ho imparato da te sono riuscito senza farmi troppi problemi ad agganciare una tipa, ovviamente per me era solo per puro divertimento e a maggior ragione per capire quanto avrei dovuto spingermi per cercare di farmi veramente desiderare da lei.
Prima serata in cui l’ho conosciuta, eravamo con degli amici in comune, sono riuscito a fare il primo tanto osannato passo, il bacio. Anche se oggigiorno un vero bacio per le donne può significare dal tutto al niente.
Seconda e terza serata il tutto andava sempre crescendo. Sono riuscito, come imparato dalle tue scritture, a mantenere un certo comportamento di “superiorità” se così posso chiamarlo, senza dare mai niente per scontato specialmente via cel o via sms. Durante le serate ci punzecchiavamo a vicenda, tant’è che gli amici in comune iniziavano anche a scherzare un po sul nostro feeling..anche se davanti a loro il tutto si limitava solo alle battutine. Sinceramente la situazione iniziava a piacermi.
Ecco ora arrivo al nocciolo, non notavo in lei durante questi giorni un crescere delle emozioni, che a mio avviso avrebbe dovuto avere un andamento anche leggermente crescente nei giorni seguenti se avesse voluto stringere qualcosa in più con me. Dopo questi 3 giorni invece, in cui avevamo preso abbastanza confidenza, è diventata palesemente fredda e indifferente nei miei confronti (anche a parere dei miei amici che erano lì con noi), durante il giorno per es. non c’è mai stato uno scambio di sensazioni per la serata precedente, per quello che si stava vivendo insieme, o semplicemente su come andava interpretata la nostra situazione, si faceva finta di niente, solo qualche sms banale, come se lei stesse giocando meglio di me, come se non le piacessi per qualcosa in più o come se, restando a tema e penso sia così, non ci fosse più quella tensione sessuale dei primi giorni!!
Infatti.. poi non ci ho combinato più niente nonostante uscissimo ancora nello stesso gruppo, anche perchè preferisco non passare poi per quello che le scodinzolava dietro senza riuscire ad arrivare alla fine delle vacanze.
La prima cosa che ho fatto, re-immaginarmi le scene con lei e capire dove ho sbagliato, non sono riuscito a trovare errori grossolani, forse a uscire per giorni di seguito e quindi darle sicurezza? o forse continuare ad uscire col gruppo nonostante una la sua indifferenza? A me viene in mente che non le piacessi fisicamente..coerente anche al fatto che non esistevano apprezzamenti o carinerie in publico.
Ora ci lega solo qualche sms di saluto.. pure forzato per quanto mi riguarda.
Spero tu possa fare un’altra lezione su tutto questo e magari indicarmi come proseguire per non perderla del tutto o come reagire ad una ragazza in queste occasioni.
Mi scuso per la lunghezza del post.
ti ringrazio.
un saluto

La tua storia mi ricorda molto l’evoluzione dell’uomo da single-cronico a seduttore disinvolto.

I progressi che facciamo da quando nasci e sei dentro una culla, al momento presente, con i tuoi limiti, le tue scoperte ed il tuo potenziale, dentro la tua mente, dentro al tuo cuore, che aspetta solo di essere sviliuppato.

Ci sono persone che passano la loro vita ad insistere su metodi e strategie strane, che non funzionano, senza sapere che la soluzione ai loro problemi è più vicina di quanto possa sembrare.

Tempo fa mi ricordo di aver sentito ridere un mio cliente al pensiero che sia anche solo possibile conquistare una donna senza dire assolutamente nulla. Quasi come se si trattasse di una provocazione per rendere più accattivante un concetto.

La verità è che spesso si è scettici ad accettare certi avvenimenti, fino a quando non li provi sulla tua pelle.

Ricordo ancora in questo momento, il suo essere dubbioso ed il fatto che giustificasse il suo scetticismo dicendo che probabilmente un uomo, se riesce ad ottenere certi risultati, evidentemente si tratta di un professionista e non di “uno qualunque”.

Al che dopo essermi fatto una leggera risata gli ho lanciato una provocazione, prova a fare quello che ti dico sta sera e riuscirai a baciarti una donna senza dirle assolutamente nulla, se ci riesci ti raddoppio il cachet a fine corso. Se fallisci mi pagherai un euro, ma dovrai fare esattamente tutto ciò che ti dirò.

Ovviamente lui accettò senza remore, accecato dal suo scetticismo.

Ma quando non sei in grado di capire quanto sia semplice conquistare una donna, ti è persino difficile riuscire a combinare qualcosa con quelle a cui piaci già.

Un uomo può distinguersi tra chi ha successo spontaneamente con le donne, per tutta una serie di motivazioni, legte alla sua cultura, alle sue esperienze giovanili, a contesti particolarmente favorevoli e chi non ce l’ha, e che si limita a stare insieme a “donne che gli capitano a tiro”.

La differenza è proprio legata al fatto che quando riesci ad interpretare il linguaggio del corpo della donna che hai davanti a te, riesci quasi ad intuire ciò che vuole che tu faccia per arrivare al bacio.

E’ una sensazione difficile da descrivere, è quasi come prevedere il futuro in tempo reale.

Quando invece non sai come funziona, quando vedi una donna e non ti viene automaticamente un piano d’azione da seguire, anche la donna più innamorata di te diventa un’autentica missione impossibile.

I motivi per cui tutto sembra essere in salita, possono essere svariati, dalla semplice incapacità di comprendere cosa ti impedisca di essere considerato attraente, alla mancanza di una personalità orientata ad essere percepito irresistibile da una donna.

Ho conosciuto uomini che sono passati da essere dei single cronici per 20 o 30 anni della loro vita, in macchine della seduzione in appena 3 giorni.

Altri che sono riusciti solo dopo un paio di settimane.

Ora io mi chiedo, perchè tanta differenza tra di loro, infondo da un single all’altro non ci sono molte differenze, pressapoco tutti i single hanno gli stessi problemi e le donne sono “complicate” allo stesso modo.

Lo switch che ti permette di cambiare è risponderti ad una semplice domanda.

Perchè una donna ti sembra più facile da conquistare rispetto ad un’altra?

Dico davvero, prova a fermarti un attimo a riflettere su questo punto: perchè certe donne sono in grado di farti sentire a tuo agio ed altre no?

Perchè quelle molto molto belle ti sembrano magari più complicate da conquistare, rispetto a quelle poco avvenenti?

La risposta è tanto semplice quanto banale.

La semplicità nel conquistare una donna dipende esclusivamente dall’approccio mentale che decidi di assumere con le donne con cui ti trovi ad avere a che fare.

La struttura mentale è piuttosto semplice, vedi una bella donna e adatti il tuo comportamento a tutta una serie di elementi che sono legati alla tua personalità.

Chi si sentirà più imbarazzato, chi si imporrà di farsi vedere distaccato, chi non riuscirà a trattenere un sorriso a 249 denti, chi incomincerà a dire fesserie associandole ad un linguaggio del corpo disastroso.

Ma una volta che adatti la tua mente a ragionare in termini di seduzione passiva, non hai più bisogno di pensare a cosa dire o fare, è un po come diventare come chi ha spontaneamente successo con le donne.

Tutto diventa naturale, la tua vera personalità emerge, guardi la tua donna obiettivo e non hai più timore delle sue reazioni, non ti preoccupi più del suo linguaggio verbale ma ti limiti a comunicare con il corpo.

Poi in un sussueguirsi di attimi ti ritrovi ad amoreggiare su qualche divanetto insieme ad una donna, che fino a qualche giorno prima, non riuscivi a credere di essere in grado di conquistare.

E’ strano da dirsi, ma molti considerano le modelle, delle zoccole, fino a quando non ci finiscono a letto.

Questo è significativo per descrivere come il modo stesso di vivere le persone con cui interagisci, si modifica, in base a come gli altri si comportano nei tuoi confronti.

Quando sei abituato abituato a fare l’amore con tante donne, non ti senti minimamente “colpevole” per quello che fai. Non ti passa neppure per la testa di considerare come “zoccole” le donne con cui vai a letto, perchè a te piacciono come persone e ti trovi bene con loro.

Uno che non riesce ad avere una vita sessuale attiva invece tende ad accumulare tensioni, pregiudizi ed ad avere una considerazione pessimistica e negativa su tutto ciò che riguarda le donne o il sesso.

E’ una questione di status quo. Se hai tante donne ti è facile amarle, se non ne hai tutto ti sembra impossibile.

Se con quella donna hai sbagliato, se ora tutto ti sembra in salita lo devi al fatto che ad un certo punto hai interrotto l’evolvere spontaneo della vostra relazione; hai incominciato a razionalizzare ed hai fatto sopravvalere le paure di perderla e/o il timore di non sapere come fare per farla tua definitivamente, per poi perderla del tutto.

Sono cose che succedono a tutti coloro che giocano senza le idee chiare in testa, che non hanno un piano d’azione.

Cerca di puntare a comunicare ad un livello non verbale con lei, cerca di trasformare i momenti in cui state insieme in autentiche emozioni e non saprà resisterti.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*