Tra una ragazza sicura di sè stessa ed una timida, qual’è la più facile da conquistare?

Tra una ragazza sicura di sè stessa ed una timida, qual’è la più facile da conquistare?
Mr. Seduzione

Ciao mr. complimenti x il tuo blog! Ho bisogno di un parere però. Da circa 3 settimane ho conosciuto una ragazza molto timida e riservata (del tipo ke ci vuole parecchio prima che lei inizi a parlare tranquillamente con me quando siamo soli). Siamo già usciti insieme 2 volte. Lei ha detto che si trova bene con me, o almeno questo è quello che sono riuscito a strapparli di bocca, tuttavia sono sempre io ad andare da lei per incominciare a parlarci, sia dal vivo che su msn, e sono sempre io a fargli qualche squillo al cellulare. Si lei è contenta quando faccio questo, non mi ha mai fatto dispiacere. Però raramente prende l’iniziativa di venire lei da me o di fare qualcosa con me. Ti chiedevo: è giusto che continui ad andare da lei ogni giorno o no? Devo cambiare qualche cosa o continuo su questa strada…? Mi devo preoccupare se lei non fa mai iniziative o è solo perchè è timida?

Aleggiava nell’aria questa domanda in diversi commenti che ho ricevuto a cui devo ancora rispondere, così cerco di interpretare i dubbi diffusi.

Per rispondere alla domanda che è il titolo dell’articolo di oggi, credo che si possa dire in tutta tranquillità, che che sia più “semplice” riuscire a creare una connesione con una persona sicura di sè stessa, dal carattere forte, di quanto non possa esserlo insieme ad una timida, costantemente insicura, dubbiosa su tutto.

Il motivo è semplice, una donna che ama la chiarezza e la spontaneità, oltre a non mixare il tono dei segnali, tendenzialmente è portata ad essere più abituata, rispetto ad altre donne, a gestire storie e relazioni con altri uomini. La verità è che non hanno paura di essere ferite, non hanno paura di fare brutta figura.

Insomma, vivono le relazioni interpersonali, in modo più sano, per il semplice fatto che sono più abituate, rispetto alle timide, a vivere relazioni con altri uomini.

Negli ultimi anni ho conosciuto persone, letto storie e visto con i miei occhi, tanti tipi diversi di modalità di gestione dei rapporti con l’altro sesso. Magari c’è l’insicuro che ha solo bisogno di aumentare la propria forza interiore, in modo da esternare più facilmente la propria personalità alle altre persone.

C’è l’indeciso cronico, che non sa mai quando sia il momento giusto, quale sia la donna giusta con cui provarci, quali siano le frasi giuste da dire.

Infine c’è chi semplicemente non è abituato a socializzare e che quindi ha bisogno di imparare a “nuotare” in questo mare sempre in movimento.

Io credo che non ci sia niente di meglio nella vita di avere le idee chiare in testa.

Generalmente già il fatto di capire quale sia il tuo problema ti permette di individuare buona parte degli elementi su cui devi lavorare per migliorare te stesso.

Conquistare una donna sicura di sè stessa, non è tanto più semplice o diverso dal conquistare una donna timida, l’unica grossa differenza è che la prima sa cosa aspettarsi da un uomo, mentre la seconda non ne ha la minima idea.

L’ormai storico articolo sui tre tipi di donne, si è imposto ormai come uno degli articoli più letti del blog, e sicuramente il fatto di capire il tipo di donna che ti stia davanti, facilità di molto, la decisione sui prossimi passi da intraprendere, per raggiungere il tuo obiettivo.

Diffusamente si è soliti credere che una donna debole di carattere, sia “facile” da convincere, che sia facile da prendere in giro, ma se poi tu stesso sei un uomo insicuro, con dei problemi a socializzare e con una vita sessuale piuttosto piatta, provarci con questo tipo di donna fragile, può rivelarsi più difficile e confuso, di quanto potrebbe essere conquistare una ragazza immagine alta un metro e novanta, durante un congresso di medici.

I motivi sono tanti, partendo dalla mancanza di coerenza e quindi di coraggio, nel comunicarci il proprio interesse tramite segnali non verbali, al fatto di aver bisogno che l’uomo la porti passo passo a fare tutto lui, non perchè a lei non vada l’uomo che ha davanti, ma perchè non è sufficientemente sicura di sè stessa, per fare qualcosa anche lei.

Magari sei a cena con questa ragazza, lei è timida, le piaci un sacco, ma non riesce a parlare perchè ha paura di fare brutta figura. Fa la scostante perchè non vuole passare per una “dai facili costumi”, e se tu tentassi di baciarla, potrebbe scostarsi, perchè avrebbe paura che tu ti approfittassi di lei.

Eppure lei sarebbe follemente innamorata di te.

Ora, se tu sei sicuro di te stesso, sai perfettamente cosa fare per portarla a desiderare che tu la baci e che ti lasci carta bianca per baciarla e ti puoi permettere di chiudere la partita in poche ore.

Diverso è limitarti ad interpretare i suoi segnali, sperando tramite di questi di capire quale sia il prossimo passo da fare. Se a questo contesto ci vai ad aggiungere il fatto che sei un uomo fortemente insicuro, che non è in grado di creare tensione sensuale ed una fortissima empatia, potrebbero non bastarti 2 mesi di appuntamenti per riuscire a baciarla una sola volta.

Con una donna timida, ed insicura puoi comportarti fondamentalmente in due modi:

Sei sicuro di te stesso a tal punto che avendo le idee molto chiare per entrambi e di fatto decidi tu cosa fare della vostra relazione.

La porti a desiderarti a tal punto che non abbia più alcun freno a lasciarsi andare quando è in tua compagnia.

Chiaramente entrambe le modalità, sono valide, ma se non hai quella forza interiore da poterti permettere la prima delle due, probabilmente ti converrà puntare sulla seconda.

Ma una cosa è certa, non sarà dimostrandoti gentile e disponibile, andando ogni giorno da lei, che la porterai ad innamorarsi di te.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*