Che uomo vuole una modella e che uomo sogna una donna timida? – Le mosse giuste per conquistarla.

Che uomo vuole una modella e che uomo sogna una donna timida? – Le mosse giuste per conquistarla.
Mr. Seduzione

immagine-28

Intendi che un rifiuto può sempre e comunque essere interpretato come un test, superato e portarti al raggiungimento dei tuoi obiettivi, oppure che SOLO IN ALCUNI CASI devi interpretare questi atteggiamenti come test?

L’intervento di oggi mi ha fatto pensare ad un’altra critica. Considerata la tua apertura mentale, certo non la rifiuterai.
Secondo me c’è un limite in tutto questo, e curiosamente, coincide con uno dei maggiori pregi del tuo metodo. Tu spieghi un metodo che dovrebbe permettere a qualsiasi uomo di poter conquistare anche la donna più bella e desiderata del mondo. E non dubito che possa funzionare.
Il punto è che nelle tue spiegazioni, nei tuoi esempi, sembra che tu parta sempre dal presupposto di avere davanti una fotomodella mozzafiato con migliaia di uomini che le sbavano dietro, sicura di sé e perfettamente in grado di gestire il suo comportamento, di lanciare test mirati, una donna che non sbaglia mai, in pratica una corrispondente femminile del seduttore che tu insegni ad essere.
Sembra sempre che gli errori li possa fare solo l’uomo, perché la donna si comporterà sempre secondo regole ferree, non sarà mai confusa, non avrà mai comportamenti strani, non farà mai gli errori che invece fa l’uomo..
Eppure mi sembra di aver anche letto, sul blog, che le difficoltà a cui vanno incontro le donne non sono poi molto diverse da quelle che dobbiamo affrontare noi.
Magari tu dirai che essere preparati a conquistare una donna esperta e desiderata da tutti, permette di sapere come agire anche con una confusa, timida, che fa molti errori.
Ma (visto che a quanto ho letto le metafore guerresche ti piacciono) ogni lottatore sa che misurarsi con un maestro è molto diverso dal misurarsi con un principiante…e che a volte quest’ultimo può essere anche più pericoloso di un maestro, perché è imprevedibile.

I miei riguardi.

Ho voluto unire due commenti, perchè insieme portano ad un discorso che ritengo piuttosto interessante.

Non so quanti saranno d’accordo con te, dicendo (perdonami se sbaglio) che sia più semplice conquistare una modella piena di uomini che la vanno dietro, rispetto a qualche ragazza timida.

Ma a prescindere da questo, una donna “principiante” timida, spaventata da mille fattori, insicura, piena di complessi etc. è tanto “imprevedibile” quanto una modella.

Con la differenza che la prima probabilmente sarà meno propensa a rispondere ad eventuali tue provocazioni, mentre la seconda ti darà filo da torcere fino a quando non prenderai il controllo della situazione.

Entrambe si aspettano dal prossimo uomo che conosceranno, fondamentalmente questi tre elementi:

– Che sappia cosa voglia.

– Che le faccia sentire Donne.

– Che non le faccia sentire in imbarazzo di fronte ad altre persone

Chiedi ad una donna timida quale sia il suo sogno erotico più inconfessabile e ti descriverà un tipo di uomo dominante, possessivo ed autoritario.

Tu dirai, ma non era timida?

Proprio per questo, sogna la forza, il controllo deciso, e l’essere posseduta dal suo uomo.

Chiedi ad una donna sicura di sè quale sia il suo sogno erotico più inconfessabile e ti descriverà un uomo dominante, con cui possa chiacchierare, che non si lasci impressionare della sua bellezza e che la tratti come una semplice donna.

La morale, il filo conduttore di questi due sogni è l’Uomo, e per essere più specifici caratteristiche fortemente maschili, legate soprattutto ad aspetti psicologici e mentali.

Una principiante PREVEDIBILE per definizione.

Perchè se tu comprendi quali siano i suoi timori, le sue paure i suoi dubbi, puoi giocare d’anticipo e girare questa tua “conoscenza” a tuo favore.

Se per te è semplice provarci con una qualsiasi modella sicura di sè, che ti lancia test difficili da rispondere, che problemi hai con una ragazza insicura?

Sai già che lei ha paura di esprimere all’esterno le sue emozioni, i suoi sentimenti, perchè ha paura di non essere ricambiata.

Tutto ciò che ti resta da fare è semplicemente essere più deciso ed aumentare la tensione sessuale tra voi, per farla definitivamente innamorare di te. (perchè una donna insicura, si innamora direttamente)

L'”imprevedibilità di una principiante” ammesso che esista concettualmente, è semplicemente dovuta ad una TUA scarsa comprensione del punto di vista delle insicurezze e delle difficoltà di quella donna.

Io amo paragonare la seduzione ad un gioco, di logica, pazienza, dove il nostro corpo viene utilizzato al 100%.

Alla faccia di chi dice che il nuoto sia lo sport più completo in assoluto, ed il golf, un’ottima palestra per la mente.

Per un attimo dimentichiamoci di tanti aspetti legati alla seduzione, dimentichiamoci che ci piacciano le donne, dimentichiamoci dei loro profumi, degli occhi, del loro corpo, delle paure, dei timori; per pochi istanti fingiamo che l’obiettivo finale non sia neppure fare l’amore.

Oggi per questi 5-10 minuti, la seduzione è un processo, un insieme calcolato di mosse da fare per vincere una partita; proprio come se stessimo giocando ad una partita a scacchi.

Molti che amano questo gioco, e che si ritrovano a tirare fuori la scacchiera durante qualche giornata di pioggia, si limitano a giocare seguendo il proprio istinto, basandosi su ciò che fa il proprio avversario, limitandosi a rispondere alle mosse, cercando di mangiarsi vicendevolemente il maggior numero di pezzi che sia possibile.

Questo è un modo per passare il tempo, magari ci si diverte pure, ma la vittoria è per lo più legata ad un fattore casuale, che buona parte delle volte dipende da sviste del nostro avversario.

Generalmente la stragrande maggioranza degli uomini si relaziona con le donne con lo stesso principio di casualità, come se le scelte di una donna venissero prese seguendo principi regolari ed inflessibili.

Salvo poi rendersi conto che quando ad una donna piace un determinato tipo di uomo, quando lo molla, difficilmente troverà un nuovo compagno con caratteristiche simili a quello precedente, per il semplice fatto che TUTTI NOI siamo diversi uno dall’altro.

Se fosse vero che le donne si basassero su criteri precisi nella scelta di un uomo, come la dimensione della mascella (come mi ha segnalato un caro lettore ieri), il livello di reddito, piuttosto che la conformazione fisica, questo significherebbe che esisterebbero seri problemi legati alla riproduzione della specie.

Non voglio fare nè lo scientifico, nè essere troppo cinico, ma non dimentichiamoci quale sia l’obiettivo finale per cui noi conquistiamo una donna, piuttosto che un’altra.

Siamo tutti animali, dotati di istinto, razionalità, più un elemento assolutamente fondamentale, che ci permette di sopravvivere:

Lo spirito di adattamento.

L’adattamento non dev’essere solo visto in negativo, come fare dei sacrifici per sopravvivere, piuttosto che accettare condizioni di vita particolari, pur di restare in vita.

L’adattamento è quell’istinto, che ci permette di modificare vari aspetti del nostro modo di vivere e che a seconda delle situazioni in cui ci troviamo ci porta a MODIFICARE le nostre scelte istante per istante.

Le nostre esperienze modificano i nostri comportamenti ed i nostri gusti, che si tratti di cibo, piuttosto che di individuare il nostro prossimo partner.

Uno stesso uomo può dover modificare il proprio stile, ed il modo in cui si pone con una stessa donna, a seconda di dove si trovi, magari in un villaggio vacanze, piuttosto che in un ufficio e può ottenere esiti diversi a seconda dei momenti della giornata.

Lo spirito di adattamento non è un’arte, a volte è più una questione di determinazione ed autocontrollo.

Non esiste la donna perfetta per te, così come non esiste la donna che tu NON possa conquistare.

Perchè si tratta solo di “compagne di gioco” con caratteristiche diverse da loro, ma i nostri pezzi li muoviamo sempre sullo stesso tavolo, seguendo le regole.

Non importa con chi giochi, i meccanismi, non cambiano.

Ci saranno volte dove ti troverai di fronte ad una donna che farà delle mosse, solo per distrarti e portarti fuori strada, in modo da vincere lei la partita; ma se tu avrai la determinazione e la concentrazione per riconoscere questi “bluff” per evitarli e portare avanti la tua strategia, difficilmente non riuscirai a portarti a casa un risultato positivo.

Per questo è importante imparare a controllare questi test e gestirli a tuo favore.

Dopo che hai smascherato i tentativi di distrarti da parte del tuo avversario, quando fai capire che i test che ti possa inviare una donna, non siano in grado di cambiare le tue posizioni, tu continui a proseguire il tuo gioco, esaurendo i suoi pezzi, demolendo una dopo l’altra le sue difese ed ogni sua sicurezza.

Questa è la forza di uomo che ha la determinazione nel seguire il proprio gioco, di chi non punta a rispondere semplicemente ai test come se si trattasse di una condizione su cui lui non avesse alcun potere.

Perchè l’unico modo per vincere a questo gioco è quello di prendere il controllo, andando a sfruttare a tuo vantaggio le minacce, influenzando psicologicamente la donna in modo da portarla a sbagliare ai tuoi occhi.

In questo gioco si vince conducendo le mosse sia da parte nostra, che della nostra “avversaria” portandola involontariamente a perdere ogni sicurezza, una dopo l’altra, come i pezzi degli scacchi.

Quando sarà il tuo turno di fare la mossa finale, lei non avendo più difese, ti lascerà chiudere la partita.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*