Conquistare una donna in ufficio – Sapresti far venire i brividi ad una donna?

Conquistare una donna in ufficio – Sapresti far venire i brividi ad una donna?
Mr. Seduzione

brividi-sensuali

Salve Mr.!
Ultimamente c’è una donna che mi attrae abbastanza, ma lei sembra molto timida come del resto lo sono anche io. In ambito lavorativo mi ha offerto una mano senza che le chiedessi nulla, e ogni volta che siamo un po’ soli cerca sempre il dialogo. Non so se possono essere segnali, ma fatto sta che siamo bloccati sul contatto fisico, soprattutto io non vorrei che questo potesse metterla in imbarazzo di fronte ad altre persone e rischiare di perdere ogni possibilità. Ultimamente mi è sembrato di capire che quando sa di dovermi incontrare veste anche un po’ più “provocante”, ma potrebbe anche essere una visione distorta, il semplice fatto di voler credere sia così. Vorrei alzare la tenzione ma evitando di rompere qualcosa… è possibile?

Grazie

Prima di rispondere alla tua domanda, vorrei chiederti di fare una seria riflessione su cosa sia l’imbarazzo in concreto.

L’imbarazzo è una convinzione, una struttura mentale che ti dice quali azioni siano alla tua portata, quali siano fattibili da te e quali invece non siano accettabili dal tuo insieme di regole, di comportamento, o altro.

Giovedì durante un corso dal vivo al mattino, eravamo in un bar di un albergo di Venezia con un cliente. Era la sua prima mattina ed avevamo iniziato da qualche ora a lavorare sui suoi problemi.

Come te mi ha parlato di quanto l’imbarazzo lo blocchi, di quanto per lui fosse difficile andare a parlare ad una donna, piuttosto che chiederle il numero; figuriamoci quindi di baciarla nel giro di un’ora,  senza averla mai vista prima.

Ma chi ci dice che cosa sia possibile fare con una donna? Dove sono scritte le tue possibilità?

Il destino non esiste. Se resti chiuso in casa, difficilmente diventerai un grande attore di hollywood, piuttosto che un presidente di una grande multinazionale.

I nostri risultati, sono qualcosa che andiamo a prenderci con le nostre forze. Per alcuni determinati obiettivi sono più semplici da raggiugnere rispetto ad altri e ciascuno di noi ha più facilità in determinati campi piuttosto che altri.

Ma su un elemento mi auguro che sia d’accordo con me: la maggiorparte dei nostri limiti risiede nella nostra mente, NON nella realtà.

Certo per raggiungere un risultato, qualunque esso sia, talvolta il caso non basta, ma una volta che individui il metodo che ti si addica maggiormente, che rifletta le tue caratteristiche caratteriali e la tua personalità, ti basta applicarlo per riuscire ad ottenere quello che ti sei prefissato o ciò che desideri più di ogni altra cosa.

Quanti uomini ad esempio sarebbero a proprio agio a baciare la mano di una donna?

Quanti si sentirebbero a proprio agio a fare un complimento ad una donna, guardandola negli occhi, con aria ferma, rilassata, senza aspettarsi di ricevere in cambio nient’altro che un timido sorriso?

L’uomo che avevo davanti giovedì, non era più bello, più ricco o più famoso di chiunque altro che legga questo blog. Partiva dal livello di tanti, tantissimi uomini normali.

Allora gli ho chiesto di andare da una ragazza qualche metro lontano da noi. (probabilmente una consulente di finanza, elegante, ma piuttosto austera, sulla trentina) Lei era in piedi, in mezzo alla hall dell’albergo che stava aspettando qualcuno. La classica ragazza che molti non avrebbero il coraggio neppure di andarle a chiedere l’ora, perchè sembra che sia la classica “che-si-da-un-sacco-di-arie”.

Così gli ho detto, vai da lei, falle i tuoi più sinceri complimenti per come è vestita. Fai come se stessi per stringerle la mano, e guardandola negli occhi, in tutta calma e serenità, le baci la mano. Poi la saluti e torni qui.

Se ti dovesse rifiutare o rispondere male, non mi pagherai il cachet del corso.

Dal momenti che sul piatto c’erano qualche migliaio di euro, la scommessa l’ha ingolosito ed ha fatto esattamente tutto ciò che gli ho detto.

Risultato: lei gli ha sorriso imbarazzatissima, e mentre lui tornava al posto dov’eravamo seduti, lei si vedeva che avrebbe avuto piacere di continuare la conversazione, con un uomo così piacevolmente diverso dal solito. Un uomo che era stato in grado di fare un gesto che pochi avevano avuto il coraggio di farle, in tutta la sua vita.

Chiaramente non faccio scommesse se non sono più che sicuro del risultato, e quella volta, così come ogni volta che qualcuno esegue alla lettera tutto ciò che gli dico di fare, le possibilità di fallire sono pari a zero.

Tornato vicino a me, gli ho chiesto: “ma tu non eri quello che aveva l’imbarazzo a conoscere donne sconosciute?”

“Quello che ho visto oggi, pochi uomini hanno il coraggio di farlo. Anche chi tradizionalmente non ha difficoltà a conquistare delle donne.”

Ma cos’era successo allora?

Usando qualche tecnica, non solo ha annullato ogni sua ansia da approccio, ma ha dimostrato a sè stesso, che gli unici limiti, sono dentro la nostra testa.

Chi ci dice che è imbarazzante andare a baciare una mano ad una perfetta sconosciuta?

Chi ci dice che è difficile riuscirla a baciare entro un’ora?

Chi ci dice che sia impossibile finirci a letto la sera stessa?

Sedurre le donne, è tanto naturale e normale, quanto mangiare, bere, fare sport. Siamo fatti apposta per questo.

Il motivo per cui tu trovi difficoltà ad interagire con una donna è dovuto ad una tua convizione che ti porta a ritenere che ogni cosa che farai con lei o le dirai, potrà ritorcersi nei tuoi confronti.

Questo perchè quelle stesse strutture mentali ti portano a percepire e considerare la seduzione come una “possibile fonte di sofferenza” e non come quello che dovrebbe essere per ciascuno di noi: piacere e soddisfazione.

La seduzione è quanto di più normale ci sia, gli uomini e le donne sono fatti apposta per stare insieme, per vivere insieme; di certo non per essere una reciproca fonte di problemi.

Se tu parti con l’idea che per te andare a baciare una mano ad una donna sia qualcosa che possa metterla in imbarazzo, attiverai nella tua mente delle strutture mentali che ti porteranno a comunicarle agitazione, ansia e timore.

Come pensi possa reagire una donna, con un uomo che le comunichi questo genere di sensazioni spiacevoli?

Sedurre una donna è piacevole, e se vuoi divertirti con lei, lei si divertirà a stare al tuo gioco.

Questo è il tuo punto di forza, facendo ciò che interessa a te, ti troverai ad avere la tua donna che apprezzerà questa tua intraprendenza.

E’ ovvio che un uomo che veda una donna che gli piaccia, vada da lei per conquistarla.

Di questo non hai bisogno di giustificarti con nessuno, per nessun motivo, tantomeno con dei colleghi che non farebbero molti commenti, dopo che vedrebbero che quella stessa donna, stesse ricambiando il tuo interesse, in modo piuttosto esplicito.

Non esistono vincitori senza risultati, e se alla tua vittoria possono assistere altre persone, va solo ad avvalorare il tuo risultato.

Ma per raggiungere un obiettivo  devi iniziare da qualche parte e proseguire verso la tua vittoria. Il pubblico è volubile, quando vinci, si dimentica subito delle tue sconfitte.

Se tu andassi dalla tua donna obiettivo e le dicessi con aria tra il serio ed il provocante: scommettiamo che ti faccio venire i brividi toccandoti la mano?

immagine-32Lei accetterà la sfida, sicura di vincerla.

Tu limitati a baciarle (sfiorando appena) l’imbocco della mano (tra il polso e l’inizio del palmo della mano),  cercando di mantenere il più possibile lo sguardo sui suoi occhi.

A prescindere da cosa ti dica, questo è un giochino, per avere del contatto fisico mantenendo al tempo stesso, un’immagine superiore al suo.

Se lei ti dice che le sono venuti dei brividini, anche leggeri, chiedile di offrirti da bere una delle prossime sere; proprio perchè hai vinto la scommessa. (così hai anche un motivo per uscire con lei.)

Se ti dice che non ha sentito nulla, prendila sul ridere, chiedile se magari ha subito qualche intervento chirurgico al polso, o se addirittura è suo il braccio (e non abbia una protesi). Magari continua a baciare lo stesso punto un paio di volte, per vedere se ha sensibilità.

Poi getti la mano e le dici, che con lei non c’è speranza. Sempre in tono divertente.

Puoi anche chiederle di provare a fare la stessa cosa con il tuo polso e vedere se almeno lei ci riesce a farti venire i brividi.

Signori, questo è un gioco e si deve giocare.

Cosa ti può dire un tuo collega vedendoti fare una stupidaggine del genere?

Non può dire che ci stai provando con lei, perchè le hai detto che è insensibile o che ti deve offrire da bere. Le stai baciando la mano e generalmente poche si rifiutano di baciare la tua dopo.

Sedurre è un’arte, è un piacere, e chi ha avuto il privilegio di partecipare ad uno dei corsi dal vivo ne ha avuto la dimostrazione, che sia possibile riuscire a fare cose che fino al giorno precedente si credevano impossibili, divertendosi.

Ma cosa c’è di impossibile, quando impari ad ottenere tutto ciò che desideri da ogni donna che conosci. Cosa c’è di noioso quando lei non si aspetta altro che provare delle emozioni forti da un uomo?

E quando la gente ti chiederà come avrai fatto a baciare una donna in meno di un’ora, tu non potrai fare a meno che essere sincero.

Dicendo loro che tu non hai fatto nulla di particolare, ad un certo punto, lei ti ha voluto baciare e tu l’hai semplicemente assecondata.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*