Quando non sei sicuro di piacerle, cosa puoi fare per ribaltare la situazione a tuo favore?

Quando non sei sicuro di piacerle, cosa puoi fare per ribaltare la situazione a tuo favore?
Mr. Seduzione

immagine-30

Mr ieri poco prima dei fuochi era addirittura lei che mi cercava, io ne ho approfittato, l’ho abbracciata ma putroppo, dopo 6 o 7 minuti ha cominciato a muoversi in segno che si voleva staccare…io d’altronde non sapevo se baciarla dato che rivolgeva spesso lo sguardo verso gli amici che stavano dietro e comunque non mi guardava….non avevo modo di avere la sua attenzione anche se la stavo abbracciando.Io sono sicuro che questo dipenda dal poco desiderio che ha di me….

Questa è una di quelle situazioni dove verrebbe quasi spontaneo dire, che convenga fare tutto bene, fin dall’inizio dell’interazione, in modo da evitare di dover recuperare terreno una volta che sei in corsa ed in effetti questo sarebbe proprio il tuo caso.

Vedi il problema è che spesso gli errori che ti portano a creare situazioni più difficili di quanto non lo sarebbero state sulla carta. Tant’è vero che alcuni commettono i primi errori addirittura prima di iniziare l’interazione.

Questo è dovuto da due strutture mentali precise:

– la prima generalmente è quella per cui “senti il bisogno di trovare una donna”, con tutte le conseguenze del caso.

– la seconda è dovuta al fatto che sei preoccupato dall’eventualità di non piacere alla tua donna obiettivo.

Queste due strutture mentali ti portano automaticamente a modificare la tua comunicazione non verbale, ad inviare messaggi precisi alle persone che ti circondano. Ma in particolare comunicano il tuo senso di bisogno ed il tuo scarso potere contrattuale nei confronti delle altre persone.

Quindi questo significa, che non appena conosci una donna, senza che tu dica o faccia nulla di particolarmente compromettente, le fai percepire in modo assolutamente inequivocabile che molto probabilmente sei single da tempo e che saresti disposto a fare “qualsiasi” cosa pur di piacerle.

Di per sè questa logica, questo modo d’impostare i vostri reciproci livelli, porta la tua donna obiettivo a considerarsi, lei stessa il premio.

Purtroppo, la nostra mente, è programmata per aspirare ad un unico premio, a prescindere dal tipo di sfida e gioco in cui ci possiamo trovare.

Per la serie, di “primo posto” ce ne sarà sempre e solo uno. Non ci sono secondi posizionamenti nella seduzione, o vinci o resti nel buio.

Gloria o sconfitta, gioia o dolore, testa o croce, vivo o morto, la nostra intera esistenza si basa su questo dualismo e la seduzione non può che basarsi sullo stesso prinicipio.

Questo prevede che SOLO uno dei due DEVE CONFIGURARSI come l’obiettivo. Il primo che ci riesce, sostanzialmente ha in mano l’interazione.

Tu puoi portare una donna in pochi minuti a comunicarti il suo interesse, puoi fare in modo che lei si senta completamente attratta da te, a tal punto che l’unica cosa che lei desideri in quel determinato momento possa essere baciarti, piuttosto che fare l’amore con te.

Tanto più saranno forti in lei queste emozioni, tanto più sentirà di non poter fare a meno che abbandonare ogni freno e resistenza, tanto più il suo corpo ti comunicherà il suo interesse, perchè tu sarai il suo obiettivo.

Questo è il tuo compito, oltre ad essere anche ciò che ogni donna, si aspetta da te.

Ottenere questa sua apertura alla comunicazione, e portarla a percepire da te tutto questo insieme di emozioni, inutile a dirsi probabilmente, ma è determinato dalla tua capacità nell’amplificare la tensione sessuale tra di voi.

Ma come abbiamo detto più volte, nel gioco della seduzione, quando sei con la tua donna, non sono le parole ad essere le protagoniste della vostra interazione, ma i vostri corpi.

Ecco che quindi entra in azione l’importanza del contatto fisico, di imparare a leggere dal suo corpo quanto lei possa accettarti e quanto possa essere pronta a passare al un livello successivo della vostra interazione.

Questa probabilmente è una delle parti dove più spesso molti uomini commettono gli errori più gravi. Ed il fatto che molti non siano neppure in grado di accorgersi dei loro errori più evidenti li porta automaticamente a restare fuori dai giochi.

Spesso durante i corsi dal vivo mi capita di vedere alcuni ragazzi avvicinarsi a qualche donna, all’interno dei locali, che si stupiscono di aver perso l’interazione nei primi 3-10 secondi. Questo succede perchè non hanno dimestichezza ad usare il loro corpo come arma di seduzione.

Perchè così come puoi far allontanare una donna senza dirle assolutamente nulla di strano, nei primi 3-10 secondi dell’interazione, puoi farla sentire attratta a te, nei primissimi 30 secondi dal momento in cui arrivi davanti a lei.

Si tratta di elementi sottili della tua comunicazione verbale, che possono affascinare o allontanare una donna, semplicemente stando davanti a lei a qualche metro di distanza.

Peccato che la differenza tra innescare immediatamente l’attrazione nel tuo obiettivo, arrivando a baciarla in poco meno di un’ora, e non riuscire neppure a farti dare un numero di telefono, è piuttosto evidente.

Certo ciascuno avendo delle caratteristiche piuttosto specifiche, avrà una personalità, un atteggiamento ed un linguaggio del corpo diverso da chiunque altro. Avere qualcuno che possa dirti esattamente quali siano gli elementi su cui lavorare per arrivare a sorprendere te stesso, del tuo potenziale, a volte può fare la differenza.

A volte può bastare avere una buona amica, dotata di una certa sensibilità, grazie a cui riesci a scoprire cose di cui difficilmente ti renderesti conto da solo.

Perchè una volta che rimuovi gli elementi negativi, capisci gli errori, ed hai in mano un metodo semplice da applicare è davvero difficile riuscire a fallire.

Ed è lo stesso motivo per cui do la possibilità di tornare gratis la volta successiva a chi partecipando ad un mio corso non riesce ad imparare come baciare una perfetta sconosciuta entro un’ora.

Perchè la seduzione non è nient’altro che un mix di metodo, orientamento psicologico, linguaggio del corpo. Tutti elementi che una volta che impari ad utilizzarli a tuo favore, ti garantiscono di fare ciò che per molti uomini spesso è qualcosa d’irraggiungibile o che per altri resta e resterà magari un sogno.

Vedi una donna, se è vero che fondamentalmente può sentirsi  ATTRATTA o NON ATTRATTA in alcun modo da te, è anche vero che tu giochi un ruolo DETERMINANTE per portarla a raggiungere uno stato piuttosto che l’altro.

Per inciso, non puoi restare “indifferente” ad una donna, neanche quando ti considera come “amico” lei ti è indifferente, perchè di per sè l’amicizia è un segno di NON attrazione nei tuoi confronti.

Gli istinti sessuali sono uguali per ogni donna che esista sul pianeta; una volta che con il tuo corpo sei in grado di comunicare ad un livello più profondo, ad andare a lavorare sul suo subconscio, ti renderai conto di quanto sia diverso vivere la seduzione da questo punto di vista, rispetto a tutto ciò che abbia mai visto fino ad oggi.

Considera il fatto di attrarre una donna, come se si trattasse ogni volta di DARE A TE STESSO la chance di conquistarla.

Ogni giorno si porta dietro opportunità e difficoltà, ma solo tu puoi dare a te stesso questa possibilità, questo privilegio.

Ed ogni donna, non si aspetta nient’altro da te.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*