Quanto tempo ti serve per baciare una donna? – Riusciresti a correre sul ghiaccio?

Quanto tempo ti serve per baciare una donna? – Riusciresti a correre sul ghiaccio?
Mr. Seduzione

donna-seduta

Caro Mr seduzione. Ti volevo chiedere perchè appena vedo una ragazza in particolare che mi piaceva un anno fa (con cui mi auto-incasinai e rovinai tutto), ma per cui oggi non provo niente, sento un crampo allo stomaco che dura per un istante. Secondo te a che cosa è dovuto?

La seduzione, almeno dal mio punto di vista, è sempre stato un mondo composto fondamentalmente da due elementi imprescindibili.

Un metodo fatto di procedimenti semplici e precisi, da applicare in ogni occasione, in ogni luogo ed in ogni ora del giorno o della notte.

Un orientamento psicologico, una determinazione molto forte ed oltre all’amore per le donne, una forte componente legata alla “cultura”.

Nella seduzione la cultura, purtroppo o per fortuna, a volte può essere un fattore che può giocare al tempo stesso sia a tuo vantaggio, che a tuo svantaggio.

La cultura è generalmente tutto quell’insieme di conoscenze, esperienze e convinzioni che accumuliamo ogni giorno della nostra vita.

Fin qui tutto bene, ma come dicevo prima, questo stesso insieme, può portarti ad erigere ostacoli tra te ed il resto del mondo che ci circonda.

Quante volte magari ti sarà capitato di vedere una bella ragazza, seduta in un bar, intenta a fumare una sigaretta, incredibilmente sexy e pensare che quella si trattava sicuramente di un tipo di donna “che non fosse alla tua portata”.

Eppure tu stesso, magari un giorno, sarai stato seduto sulla stessa poltrona, pronto per una serata con amici, a fumare la stessa marca di sigarette, nello stesso bar e pur non accorgendotene, alcune donne avranno pensato “che tu non fossi alla loro portata”, che tu fossi qualcuno che probabilmente non le avrebbe trovate attraenti.

Sono convinzioni fortissime, talmente solide dentro di noi, che a volte ti possono portare a NON vedere i segnali d’interesse che ti invia magari una donna, ignorandoli del tutto.

Si tratta di retaggio culturale? Può darsi, ma onestamente, sono più convinto del fatto che ciscuno di noi si sia creato durante la propria vita, un bagaglio di esperienze e convinzioni che lo portino a VIVERE e PERCEPIRE la realtà in modo unico e del tutto personale.

A volte durante i corsi dal vivo, mi piace far vedere la differenza che ci possa essere entrando in un locale, con le tue convinzioni, i tuoi pensieri, per poi farti entrare appena qualche eminuto dopo nello stesso identico locale, con le stesse persone, seguendo le strutture mentali che ti chiedo di assumere per raggiungere i risultati che ti aspetti, nel minor tempo possibile.

Non è un caso che se tu parti della semplice idea, che “questa sera vuoi conquistare una donna ad ogni costo”, questa giusta convinzione, probabilmente non ti sarà sufficiente a raggiungere il tuo risultato.

Perchè l’entusiasmo è la spinta, ma per andare avanti, hai bisogno di mantenere il contatto con il suolo.

Giusto per farti un esempio: hai mai corso sul ghiaccio, con un paio di scarpe di cuoio?

Tu puoi correre con tutta la forza che vuoi, ma probabilmente, oltre a non andare avanti, rischieresti persino di farti del male.

Mentre cercando di restare in equilibrio, controllando i tuoi passi, il bilanciamento del tuo corpo, semplicemente camminando, puoi andare ben più lontano, camminando, di qualcuno che corre senza sapere neppure come fare ad andare avanti.

Certo, il ghiaccio è un fattore esterno, non puoi imporre al ghiaccio di lasciarti correre sulla sua superficie, ma IMPARANDO a capire come puoi muovere i tuoi passi sul ghiaccio, riesci in ogni caso ad andare avanti.

All’improvviso controllando te stesso, facendo attenzione a come muovere i piedi sulla superficie, raggiungi un buon controllo anche del ghiaccio che è sotto di te; perchè sei tu che decidi quando andare avanti e quando fermarti, a seconda di come ti muovi.

Nella seduzione, per certi versi è molto più semplice, perchè la donna prova emozioni ed è portata a rispondere agli stimoli che le dai, istante dopo istante.

Tu fai un passo e puoi vedere subito come lei ti risponde e prepare il passo successivo, sulla scia delle indicazioni che ti ha appena inviato, nell’unica direzione che dovresti seguire realmente, portarla a farla sentire totalmente attratta da te.

Attratta dal tuo modo di fare con lei, attratta non tanto da ciò che dici, ma dall’enfasi che riesci a creare quando siete insieme, portandola a convincersi che tu sei la persona più intrigante che abbia mai conosciuto in tutta la sua vita.

Non hai bisogno di correre con una donna, perchè il risultato è più vicino di quanto tu stesso possa immaginarti.

Chi ha già avuto modo di partecipare a qualche corso, ha visto con i propri occhi quanto tempo possa servire per farti baciare una donna.

Il problema non è nè la donna, nè il luogo in cui vi trovate, nè tanto meno te stesso.

Non è difficile immaginare gli errori che abbia potuto fare con questa tua ragazza.

Uno su tutti? L’entusiasmo incontrollato.

In una qualunque gara, di qualsiasi sport si tratti, non potrai mai vincere facendo benissimo parte e lasciando perdere il resto.

Io stesso ho conosciuto uomini brillanti nel conoscere donne in un locale o per strada, che poi facevano fatica a superare il livello “amicizia”. Altri che magari sono un disastro nel approcciare delle sconosciute, ma non appena gli presenti qualche donna, il resto per loro è tutto più facile.

Quando vedi quella ragazza, senti dentro di te un senso di sconfitta per il semplice fatto che AVEVI LA CONSAPEVOLEZZA di essere sulla buona strada. Ti eri convinto che ormai bastava poco per farla finalmente tua, mentre poi per qualche motivo, l’hai persa.

Eri così preso dall’agitazione di “stare per vincere la partita” che hai perso il controllo di te stesso, del suo interesse e soprattutto del vostro rapporto.

Sapevi di potercela fare e senza neppure rendertene conto hai smesso di essere quell’uomo che fino a qualche giorno prima, a lei piaceva.

Il fatto stesso di aver perso dei giorni dal momento in cui lei ti aveva inviato i suoi segnali è stato un errore.

Il fatto di non essere riuscito ad avere la determinazione di arrivare al “livello 10” in quella serata, è stato un errore.

Ti bastava concludere la partita quello stesso giorno, ed oggi, non avresti alcuna sensazione negativa dentro di te, solo un piacevole ricordo di una donna fantastica conosciuta in una serata meravigliosa.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*