La differenza tra fare un complimento ad una donna e farla emozionare.

La differenza tra fare un complimento ad una donna e farla emozionare.
Mr. Seduzione

emozionare-donna

salve mr. bel post come al solito. Vorrei chiederle una cosa: se la mia ragazza obiettivo mi fa domande del tipo “come mi stanno i capelli?”,”ma è vero che mi sono ingrassata?”. Come gli devo rispondere in modo che non diventi un suo amico e che nemmeno sia troppo diretto nel dirgli che per me è sempre fantastica? Ti premetto che lei sa benissimo di essere bella ai miei occhi e non lo fa per sapere ma solo per attaccare discorso con me, ma non so se per amicizia o perkè cè interesse nei miei confronti.

Prima di rispondere alla tua domanda, ti vorrei chiedere…

Dal tuo punto di vista, in quali circostanze ti capita di creare un clima di feeling e di complicità con una persona?

Potresti mai risultare “complice” parlandole in modo estremamente “galante”?

Creeresti un clima piacevole se lei ogni volta che ti chiedesse “come stò?” tu le rispondessi sconvolto, “si si, assolutamente; sei bellissima”?

Andiamo, la seduzione è un gioco, non è una trattativa commerciale.

Tu non cerchi di compiacere la tua donna per avere qualcosa in cambio.

Molti ad esempio commettono l’errore di dire tutto ciò che potrebbe far piacere alla loro donna obiettivo, pensando che questo atteggiamento porti la donna a sentirsi in dovere di ricambiare il favore con loro.

Non è un caso che una donna, anzichè ricambiare i complimenti, incominci a sentirsi infastidita da questo tipo di modo di fare; ma ciò che è più grave, è che non sentendosi “parte” di una coppia, non sentendoti “vicino” a lei, non percependo il clima di complicità, che ogni donna ha bisogno di sentire, finisce per vivere questo tuo modo di comportarti, come una sorta di richiesta disperata d’affetto.

E questo inutile dirlo, ma anzichè facilitarti le cose, le complica in modo preoccupante.

Ti basta pensare al tipo di sensazioni che possa portare una donna ad innescare dentro la sua mente il desiderio di baciarti, piuttosto che quello di fare l’amore insieme a te.

Per quante ne possa elencare, non ci saranno mai voci come: supplica, elemosina, arrendevolezza, insicurezza, ansia, dubbio, noia.

Scegli di giocare con la tua donna, se vuoi prendila in giro a voce, ma con il tuo corpo comunica solo sicurezza, decisione ed affetto.

Per questo motivo tempo fa, parlavamo di trattare la propria donna come se fosse la tua “sorellina-stupidina”, quella a cui tu pur volendo un mondo di bene, non farai altro che prenderla in giro, a giocare con lei. Per poi riempirla di coccole, ogni volta che con quel suo musetto simpatico e quegli occhi grandi, t’intenerisce.

Se non fosse la tua donna a chiederti un parere sul suo aspetto, ma fosse la tua sorellina, tu come le risponderesti?

Le diresti subito “si si sei la più bella ragazza che abbia mai visto”, o le diresti una cosa tipo “in effetti con quei capelli sembri un barboncino, però ti danno un’aria così tenera”?

Non so se riesci a percepire la differenza.

Da un lato dicendole subito che per te lei è bellissima, addirittura la più bella che tu abbia mai visto, il tuo complimento, per quanto sia sincero, da lei verrà percepito come “finto” o sicuramente esagerato, anche perchè nessuna donna ha la certezza di essere la più bella del mondo (salvo qualche matta, che ogni tanto capita).

Dicendole che ti sembra un barboncino, tu la stai prendendo in giro in modo giocoso, ma al tempo stesso le dici che ha un’aria tenera e tutto sommato, considerato che sei un uomo; sei giustificato nel NON dover dare dei pareri troppo professionali in fatto di aspetto fisico.

Il discorso di trattarla come una bambina ha dei risvolti psicologici abbastanza interessanti, ed è un giochino che va bene per iniziare a cambiare atteggiamento nei confronti di una donna e per avere un minimo d’impostazione psicologica corretta.

Poi man mano che migliori, via via che acquisisci una sicurezza interiore superiore, dovresti arrivare al momento in cui ti puoi permettere di risponderle “sei bellissima” ed avere la tua donna che si emoziona a tal punto da innescare in lei tutta una serie di sensazioni che la portano a non desiderare altro che baciarti o fare l’amore con te.

Ma a quel punto il livello di complicità tra voi, sarà così alto, che potrai veramente permetterti di fare pressochè tutto ciò che ti pare, perchè la sua attrazione nei tuoi confronti sarà totale.

Poi vedi c’è anche da dire, che moltissimi cadono nell’errore di rispondere sempre le stesse identiche cose, di non cercare il contatto fisico con la donna con cui parlano, e questo finisce per sminuire l’intensità dei momenti.

Giusto per farti un esempio, quante volte ti sarà capitato di rispondere alla solita domanda “come stò vestita così?” un altrettanto solito “non stai male, anzi!” magari restandole ad uno o due metri di distanza?

Che tu sia un amico, un parente o l’uomo con cui lei dovrebbe voler passare il resto della sua vita, devi capire che la tua donna, da te, si aspetta solamente di sentire un brivido di piacere, perchè per una donna sapere se stà bene è un po come se ti stesse dicendo che ha bisogno di affetto.

E che affetto c’è nel risponderle “non stai male, anzi” restando a due metri di distanza?

La prossima volta che una donna ti chiede “come stò vestita così?”, non risponderle affatto a voce.

Lascia parlare il tuo corpo.

Lo so che per molti è difficile, ma è importante migliorare sulla propria comunicazione non verbale per riuscire a parlare al subconscio di una donna, a stimolare il suo istinto sessuale.

Ma se fino ad oggi hai sempre considerato “difficile” o “complicato” conquistare una donna, probabilmente significa che non sai ancora controllare e sfruttare a tuo vantaggio questa forma di comunicazione così potente.

Un po come se avessi a tua disposizione l’arma più potente del mondo ma non la sapessi ancora usare.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*