Se vedessi la donna più bella del mondo, saresti in grado di conquistarla?

Se vedessi la donna più bella del mondo, saresti in grado di conquistarla?
Mr. Seduzione

immagine-22

Ciao Mr, Sono Giovanni, ho una domanda per te.
Ti racconto in breve la situazione, ho 27 anni e mi sono innamorato di una giovane donna di 18 anni. Il rapporto che abbiamo è un rapporto di conoscenza blanda, sebbene mi piaccia da quasi un anno. Il problema è che siamo timidi entrambi. Io penso di piacerle ma non so cosa fare; ho superato la timidezza con tutte le altre ragazze ma con lei sono bloccato.
Non riesco a creare empatia perchè non riesco a parlarle… ma se siamo entrambi timidi, il fatto di bloccarci entrambi non dovrebbe creare empatia perchè ci sentiamo allo stesso modo?
Io non voglio sedurre in un’ora tutte le ragazze che voglio, io voglio conquistare lei per starci tutta la vita!
Ho paura per la differenza di età, ho paura che per lei io sia troppo grande. lei è fantastica e non voglio nessuna che non sia lei…. dammi qualche consiglio… grazie mille

Quando tu impari ad innescare l’attrazione in una donna, che tu usi le tue abilità per conquistarne una o cento, non fa alcuna differenza.

Nella seduzione, così come in tante altre cose nella vita, non è che puntando ad ottenere il minimo riesci ad ottenerlo con maggiore facilità.

Tra lo sforzo che alcuni uomini fanno per conquistare una donna, senza riuscirci e lo sforzo che dovresti fare, conquistandone una ogni giorno, non ci sarebbe da stupirsi, se ti rendessi conto, che quegli stessi uomini, sprecherebbero molte più energie nel fallire di quante ne useresti tu conquistandone anche un paio durante un’unica serata.

Il concetto di difficoltà è un elemento molto soggettivo e generalmente dipende non tanto dalla nostra natura, quanto dai risultati che otteniamo.

Se riesci subito ad ottenere un obbiettivo, è evidente che ti sembrerà facile da raggiungere.
Se non dovessi riuscirci, per GIUSTIFICARTI, lo troverai difficile.

Considera che tutte le sensazioni che percepisci da ogni aspetto della tua vita dipendono solo ed esclusivamente da strutture mentali che hai costruito con il passare degli anni.

Se ad esempio, consideri “difficile” approcciare una donna molto bella, che magari sta passeggiando per strada, questo non significherà che lei sia realmente difficile da approcciare.

Ciò che succederà realmente in quegli istanti, è che dentro la tua mente incominceranno a riemergere ricordi dal passato, e mentre inconsciamente valuterai tutte le alternative che hai a tua disposizione, nel frattempo, si faranno vivi i timori, le insicurezze di esperienze passate.

In altri casi, proprio perchè in passato non ti è mai capitata un’esperienza simile, il fatto di non sapere come gestire la situazione ti bloccherà del tutto.

Tutto questo andrà a determinare la decisione finale, che ti porterà a scegliere se provarci o meno con quella donna che hai davanti a te. Ma ciò che è più importante, è che durante quegli istanti la tua mente predisporrà il tuo corpo al successo o al fallimento, semplicemente sulla base delle strutture mentali che avrai attivato nel frattempo.

Nessuno può dirti se sia facile o semplice conquistare una ragazza per strada, fino a quando non lo scopri personalmente dando a te stesso la chance di vedere ciò che sei in grado di fare.

Diciamo ad esempio, che utilizzi uno degli scenari della miniguida, crei il contatto fisico, le dici qualche cosa, giusto per fare conversazione e dopo una ventina di minuti riesca a baciarla.

Sarebbe stato difficile conquistarla?

Caso opposto, sei tranquillo che passeggi per strada, quando vedi questa ragazza spledida, camminare nel verso opposto al tuo. In quei 10-20 secondi di tempo che trascorrono dal primo istante in cui la vedi e quello in cui lei ti supera, dove ti lasci prendere dal panico, perchè non sai nè cosa fare, nè cosa dirle.

A quel punto per consolarti, visto che ti rendi conto di aver perso la possibilità di conoscere una ragazza così bella, finisci per giustificare l’aver perso quell’occasione, considerando che probabilmente sarebbe stato difficile riuscire a conquistarla. Che probabilmente non avresti saputo gestire al meglio la situazione.

Così per evitare di fare brutte figure, hai lasciato perdere e sei andato avanti per la tua strada.

Ma se invece l’avessi fermata? Se l’avessi conquistata in pochi minuti?

Quale sarebbe stato lo scenario che avresti preferito?

Giusto l’altro giorno un cliente mi ha chiesto:

“Dove posso andare per conoscere una ragazza? Ci sono dei posti dove ci siano ragazze veramente belle?”

Detto da lui (che era tra l’altro uno studente universitario), una frase del genere, onestamente, mi ha lasciato piuttosto perplesso; anche perchè se non riesci a trovare delle belle ragazze in un’università intera, figuriamoci quando incomincerà a lavorare. Il problema non è tanto sapere dove andare a cercarle, quanto quello di non avere gli strumenti o le abilità nell’approcciarle.

Ma ammesso che tu non abbia tra le tue amicizie la possibilità di conoscere una ragazza che ti piaccia.

Siamo davvero sicuri che tu non abbia MAI visto una ragazza che ti piacesse, anche solo girando per strada o andando in un locale qualsiasi?

Il problema non è e non dev’essere il DOVE, conoscere e conquistare una ragazza.

Perchè potresti conoscere una donna stupenda praticamente OVUNQUE.

Ci sono uomini che non riuscirebbero a conoscere una ragazza durante le selezioni di Miss Italia.

Ti chiedo una cortesia personale:

La prossima volta che cammini per strada e vedi passare davanti a te una donna stupenda, vorrei davvero che riflettessi per un paio di secondi su un concetto molto semplice:

Puoi permetterti di perdere l’occasione di conoscerla? Puoi permetterti di PERDERE l’occasione di conquistarla?

Ogni singola volta che vedrai passare davanti a te una ragazza che ti piacerà, che tu lo consideri difficile, impossibile, dentro di te, e non alzerai un dito per conoscerla, maturerai una sconfitta.

Giusto per farti un esempio, in termini numerici, di ciò che ti sto dicendo:

Senza barare, prova a pensare nella tua mente il numero di donne a cui avresti dato un 10 (tra bellezza, fascino, simpatia, etc.) che ti sono state presentate fino ad oggi da amici o conoscenti.

Sono state più o meno di 5?

Sono state più di 10?

Ora prova a pensare sempre nella tua mente il numero di donne altrettanto belle a cui avresti dato un 10 e lode, a ragazze che hai visto passare per strada, piuttosto che in qualche locale.

In questo caso, quante saranno state?

Sono state più di 5?

Sonostate più di 10?

Per aiutarti a fare mente locale ti basta pensare al numero di ragazze belle, che hai anche solo visto di sfuggita, l’ultima volta che sei andato in un locale la sera.

Se tu ad esempio uscissi ogni sabato sera ed andassi in una qualsiasi discoteca, per un mese intero, considerando anche una media di 3 ragazze VERAMENTE da 10, in ciascuna serata, ne vedresti, come minimo una dozzina ogni mese.

Nessun amico o conoscente è in grado di trovarti così tante donne, in così poco tempo.

E si tratterebbero di 12 ragazze assolutamente stupende, e non considereremmo le altre 10 o 20 di molto molto carine, che potresti trovare in ogni singola serata.

Quanti sono gli uomini che pur andando ogni sabato sera a ballare, piuttosto che in giro per locali, non riescono neanche a rivolgere la parola ad una donna così bella?

Da quando è diventato difficile parlare ad una persona?

Ci sono possibilità enormi che sono davanti ai nostri stessi occhi, che spesso per mancanza di strumenti, di convinzioni e di tutto un’insieme di esperienze, paure e conoscenze finisci per perdere ogni giorno.

Imparare a controllare questo insieme di strutture mentali, ti permette di modificare completamente il tuo modo di vivere.

Perchè una volta che sei in grado di conoscere, conquistare ed eventualmente tornare a casa con una di quelle donne che consideravi da 10, ogni singola volta che esci di casa, è qualcosa di assolutamente fattibile.

Generalmente chi non è mai riuscito anche solo a conoscere una donna che gli piaceva molto, in un locale, ad una fermata del pullman, piuttosto che in un bar; in realtà non sarebbe neppure riuscito a SALUTARLA.

Questo perchè la loro mente li porta a percepire come difficile, qualcosa che in realtà non lo è e non dovrebbe neppure esserlo.

Io credo che sia un peccato lasciar guidare la nostra vita da paure e convinzioni che oltre a non esistere concretamente, ti portano solamente a perdere tante piccole o grandi possibilità.

Ti basta uscire di casa, per renderti conto, di ciò che puoi ottenere.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*