La seduzione è una questione di meriti?

La seduzione è una questione di meriti?
Mr. Seduzione

innamorata-di-te

ciao Mr. seduzione, ho un problema.
Per farla breve per 3 mesi sono uscito con una ragazza, conosciuta in un locale. Eravamo molto insicuri entrambi, io perchè un po’ lo sono di mio e lei perchè usciva da una storia finita male. non volevo illuderla e deluderla e quindi per circa un mese ho raffreddato la situazione, creando attrazione fisica ma nn dando a lei punti di riferimento…. anche perchè me ne interessava un altra. piano piano le cose sono migliorate e ho capito che questa ragazza mi piaceva e stava diventando importante per me e così sembrava essere anche per lei. Finche un giorno a causa di un malinteso usato come scusa mi lascia per correre dietro a uno che l’aveva sedotta in una sera, salvo poi rivelarsi il classico che l’aveva presa in giro e basta. la cerco per quasi un mese e mezzo senza ottenere risultati e ogni qual volta smetto di farmi vivo lo fa lei che sembra voler giocare al gatto con il topo… lei si fa viva quasi sempre su msn io ci casco e lei si comporta da str… finche un giorno sbotto e la mando a quel paese in malo modo. pochi giorni dopo mi scuso, per i modi ma le chiedo di nn farsi più viva perchè io sono innamorato di lei e ci soffro… sono passati quasi 2 mesi ogni tanto lei si fa viva nel mio locale giusto per guardarmi da lontano, scrive apposta post su msn in cui si dice felice di passare serate all’insegna del divertimento… io la amo ancora e nn riesco a togliermela dalla testa… come posso riconquistarla???

Molti al tuo posto, non si farebbero molti problemi a cercare il motivo per cui la tua donna abbia all’improvviso perso la testa per un ragazzo conosciuto durante una serata.

Ma per quanto potrai essere convinto che per conquistare una donna, sia necessario avere “determinate nobili caratteristiche”, come: comportarti in modo corretto, rispettare la tua donna, etc. A mio avviso, fino ad oggi, ciò ti possa aver portato ad arrivare a convincerti di questi aspetti è legato alle tue esperienze ed alla tua educazione.

Non fraintendermi, sono davvero in tanti ad avere le tue stesse convinzioni; ma oggi il messaggio a cui vorrei arrivare è che la seduzione, non è una questione di “merito”, ma di obiettivi.

Non è che comportandoti bene, o facendo il bravo bambino, che avrai più probabilità di conquistare una donna.

Così come non otterrai nulla cercando di compiacere la tua donna obiettivo.

La differenza tra te e quell’uomo ad esempio risiede in un elemento piuttosto critico.

Ciò che intendo è che tu, così come tanti altri, hai commesso l’errore di FARE TUTTO CIO’ CHE POTESSI, pur di conquistare la tua donna.

Spesso correndo il rischio di fare cose che NORMALMENTE considereresti inutili, per non dire “dannose” al fine di conquistare una donna piuttosto che una ragazza.

Se tu chiedessi ad esempio ad un campione olimpionico di nuoto come sia possibile andare più veloce degli altri, consumando il minor numero di energie possibile, difficilmente riceveresti come risposta: “l’importante è muoverti il più possibile e far ruotare le braccia più che puoi”.

Tra te e quel tizio che ha fatto perdere la testa alla tua donna, c’è una differenza analoga a quella che potrebbe esserci tra uno che nuota andando dritto, controllando il movimento di braccia e corpo, per essere il più fluido e rapido possibile; rispetto ad uno che si sbraccia nervosamente, pur di non prendere troppo distacco.

L’elemento che tuttavia vorrei invitarti a considerare, non è tanto su chi sia l’effettivo vincitore tra i due, perchè di per sè, questo è evidente; ciò che vorrei invitarti a considerare è lo sforzo sostenuto dai due per raggiungere un risultato simile.

Voglio dire, entrambi i nuotatori hanno una lunghezza da superare, l’acqua come resistenza da superare, eppure “stranamente” tra i due, chi ha vinto, oltre ad aver raggiunto l’obiettivo, ha al tempo stesso fatto uno sforzo MINORE rispetto all’altro.

Nella realtà tra voi due la differenza è stata ancora più netta e determinata da un unico fattore:

Solo uno di voi due aveva un obiettivo chiaro in testa;

Solo uno di voi due si è limitato ad innescare l’attrazione nella vostra donna obiettivo.

La buona notizia è che questa stessa persona è riuscita nell’intento, perchè nella sua mente, l’obiettivo era chiaro e soprattutto era SOLO UNO:

Conquistarla.

Per te probabilmente, si sarà trattato quasi più di una sorto di un “gioco delle tre carte”, dove ti limiti a puntare ad occhi chiusi sulla carta più probabile, per poi renderti conto che la strategia che hai utilizzato fino ad ora, ti ha portato ad accumulare delusioni una dopo l’altra.

Chi è che sbaglia tra voi tre?

E’ la donna ad avere la strana abitudine a lasciarsi illudere dal primo che passa?

E’ quel tizio che ha illuso la tua donna, e che ora sarà chissà dove con ben altra compagnia?

O c’è uno tra voi, che preso dall’ossessione di riconquistarla, sarà finito per limitare le sue stesse chances di raggiungere l’obiettivo, andando per tentativi, provandole tutte, come se fosse una lotteria.

Magari facendole scenate, dicendole apertamente ciò che pensi, alternando a volte con momenti di “romanticismo” smielato, dove ti apri totalmente e le confessi i tuoi sentimenti.

Per la serie, se tu fossi una donna, ed un uomo avesse questi sbalzi di umore, quest’alternanza perversa di momenti di panico e di scenate di gelosia, come considereresti questo stesso uomo?

La seduzione NON è una lotteria, non è che giocando più combinazioni insieme, aumenti le tue probabilità di avere successo.

A volte è più importante limitarsi a fare poche cose, a comunicare le emozioni giuste al momento giusto.

Perchè solo tu puoi portare una donna a capire se tu possa essere effettivamente l’uomo che stava cercando, solo tu puoi portarla a desiderare di scegliere di essere la TUA donna.

Che sia per un’unica sera, piuttosto che per una vita intera, non ha importanza.

Perchè una vera emozione vale sempre la pena di essere vissuta.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*