Non cambiare te stesso, per conquistare una donna, diventalo.

Non cambiare te stesso, per conquistare una donna, diventalo.
Mr. Seduzione

Immagine 132

Molto interessante come intervento, capisco che la comunicazione di se stessi in un modo coerente è un fattore importante, ma ora la domanda che mi chiedo è cosa comunicare con cio che si è? immagino che deve essere una cosa spontanea, non voluta, non calcolata ? allora una cosa di cui siamo predisposti ? si può o si deve cambiare cio che si è a fine di comunicare giusto? il problema di tanti singoli risiede nel incoerenza tra fisico (attrazione) e attegiamento (personalità)? questa incoerenza puo essere una cosa soggettiva che può differare a secondo delle donne? ò sarra una cosa datta per 100% ?

Esiste da sempre la strana idea che ci siano cose GIUSTE da fare per conquistare una donna, ed altre che invece siano totalmente sbagliate.

Come se la personalità, i tuoi valori, le tue idee, le tue esperienze, non avessero nulla a che fare con ciò che sei realmente.

Chi fin da bambino si ritrova ad avere una personalità introversa e che passa la sua via cercando di FUGGIRE dalle sue paure, dalla sua insicurezza e che non fa altro che DIMOSTRARE SICUREZZA con atteggiamenti eccessivamente “forzati”.

Chi si sente solo e che cerca di dimostrare di avere una vita piena di amici, come se fosse una vergogna averne pochi.

Chi sente di aver pochi soldi, di vivere un’esistenza che NON RAPPRESENTA esattamente ciò che vorrebbe per sè stesso, senza rendersi conto di come NON sta sfruttando ciò che ha già.

Chi non ha una donna e che nonostante NE CONOSCA una che gli piaccia a tal punto, da non fare altro che pensare a lei, che preferisca comportarsi da amico, pur di non correre il rischio di soffrire.

Cosa sia giusto o sbagliato, molte volte è dettato da una serie di CONVINZIONI SBAGLIATE, che per nasconderle o per correggerle vengono “coperte” a loro volta, da comportamenti ancora più sbagliati, che non fanno altro che ingigantire ulteriormente le tue difficoltà.

Cerco di essere più chiaro.

Sei fuori con la donna che ti piace, lei è lì davanti a te, vorresti toccarla, vorresti che lei ti parlasse, che ti chiedesse più cose su di te, che ti dimostrasse interesse, che fosse dolce, gentile che ti dimostrasse affetto.

Vorresti che lei scoprisse la persona meravigliosa che sei, eppure proprio perchè ti senti insicuro, perchè non vorresti perderla, perchè adori vederla, passare del tempo con lei, tutto ciò che vuoi fare è dimostrarle quanto sia bravo nel tuo lavoro, quanto sei simpatico ed interessante, finendo per annoiarla.

L’appuntamento va avanti, nonostante stia facendo tutto per piacerle, per conquistare il suo apprezzamento, ti rendi lentamente conto che tutto ciò che stai ottenendo è il nulla più totale.

Ma la verità è che tu per dimostrarle qualcosa che NON ti rappresenta, per paura di soffrire, stai di fatto togliendo l’attenzione da te stesso, dalla tua vera personalità, verso qualcosa che è noioso, ma che soprattutto è finto.

Ci sono tante cose che potrai non sopportare in una donna, il fatto che alcune sembrino darsi molte arie, il fatto che alcune sembrino non avere assolutamente nulla da dire, il fatto che sembrino uscire con gli uomini peggiori che tu abbia mai visto, quando potrebbero uscire con te.

Ma quegli stessi uomini che tu consideri così male, per quanto possano avere delle caratteristiche negative, trasmettono delle sensazioni delle emzioni che per una donna sono di gran lunga più stimolanti ed attraenti, rispetto a tutte quelle maschere che metti tra te e le altre persone, per sentirti più a tuo agio.

Certo, per sentirti a tuo agio, hai bisogno di sviluppare una personalità forte, che ti permetta di NON sentire il bisogno di difenderti di fronte ad alcuna situazione.

Questo lo puoi fare lavorando sulle tue strutture mentali, sul tuo modo di vivere la vita di tutti i giorni, ma soprattutto sulla considerazione che hai di te stesso.

Tu cosa odi in una donna?

Prova a riflettere per qualche minuto su questa domanda, e se la risposta dovesse essere: “quando mi rifiutano” chiediti che cosa stanno rifiutando.

E ti renderai conto che ogni no, ogni brutta reazione era rivolta verso un aspetto di te, che NON rifletteva la tua vera personalità.

Dicevano no a tutto, meno a che a te stesso.

Al VERO te stesso.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*