Cogliere l'attimo, non basta.

Cogliere l'attimo, non basta.
Mr. Seduzione

buona sera mister…ecco la mia storia cerco di essere breve!!un po’ di tempo fa ho conosciuto una ragazza in una serata a casa mia…lei era fidanzata ma non sembrava cosi soddisfatta della relazione…fin dal prima momento c era empatia e molta complicita anche contatto fisico insomma niente male come inizio….mi ha aggiunto su facebook e ci siamo rivisti in un altra serata dove sinceramente mi mandava un sacco di segnali d interesse e poi alla fine in quella serata ho dovuto andare via in anticipo perchè c era una partita…senza dilungare tanto ti dico che non sono riuscito a baciarla quando ci siamo usciti per la terza volta da soli tenendo conto che lei era fidanzata e quindi volevo andare piano…lei non sembra aver gradito e forse mi sembra ke si sia sentita passare per una “facile” perkè non ho cercato di affondare e di cogliere i suoi evidenti segnali ma solo una sensazione mia…da quell appuntamento in poi lei ha cominciato ad essere fredda con me finche non abbiamo avuto una discussione abbastanza accesa dove ognuno cercava di fare l’orgolgioso e si è digenerata fino a spezzare tutta quest intimita ke si era creata tra di noi e da li non l ho sentita piu da quasi 2 settimane…io mi sto mangiando le mani ma spero in te di darmi una soluzione per recuperare…io a lei piacio sono sicuro…ma è cosi importante “cogliere l attimo” mister…grazie mille e pensa se non dovevo essere breve haha

“Cogliere l’attimo” non basta.
Se fosse sufficiente essere in grado di cogliere l’attimo, probabilmente nel mondo esisterebbero solamente persone che RAGGIUNGONO I LORO OBIETTIVI, costantemente.
Per cogliere l’attimo è sufficiente prendere delle decisioni nel momento in cui è necessario prenderle.
Ma dal momento che prendere decisioni “a caso” serva decisamente a poco, evidentemente per molti uomini i problemi VERI da risolvere, restino “a monte” dell’istante decisivo.
Ne parlavo giusto poche ore fa insieme ad un cliente del Veneto, e la discussione che avevamo intavolato era proprio quella di “saper prendere le decisioni giuste nel momento giusto”.
A questo proposito c’è da fare una seria divisione:

  • Un conto è prendere la decisione giusta nel momento giusto.
  • Un altro è avere la forza caratteriale per CAPIRE quale possa essere effettivamente la decisione giusta, indipendentemente dalle tue ansie e paure. A questo si va ovviamente ad aggiungere la forza caratteriale per METTERLA IN ATTO.

Questo cosa significa?
Significa che se tu decidi di ESSERE IN GRADO DI “COGLIERE L’ATTIMO”, hai bisogno di lavorare PRIMA sulle tue strutture mentali per essere (POI) in grado di fare la scelta giusta nel momento giusto.
Considerala come una preparazione necessaria, per ESSERE IN GRADO di raggiungere i tuoi obiettivi, nel momento stesso in cui hai bisogno di fare la differenza e centrare l’obiettivo.
Se tu volessi vincere la gara dei 100 metri piani alle olimpiadi, non ti basterebbe SAPERE di dover correre, nel momento in cui inizia la gara. Tutti sanno di dover correre durante una gara.
Se tu volessi vincere la gara avresti bisogno di lavorare su te stesso, sul tuo fisico e sulla tua mente, per essere in grado NON SOLO di correre nel momento giusto, ma di CORRERE PIU’ FORTE dei tuoi avversari nel momento giusto.
E’ questo ciò che distingue una performance scarsa, da una vittoria.
E per quanto possa essere banale questa considerazione, serve per farti capire che il successo di un uomo non è mai dato da UN’UNICA componente, ma dall’insieme di tanti elementi, che uniti l’uno con l’altro TI PERMETTONO DI RAGGIUNGERE I TUOI OBIETTIVI.
Per tanti ad esempio che faticano a trovare una donna, si giustificano dietro alla più classica delle scuse: la timidezza.
Tuttavia, superata la timidezza si rendono conto che esistono altri problemi da risolvere, tra cui:

Il saper approcciare una donna in modo corretto, il saper far sentire attratta a te la tua donna obiettivo fin dai primi istanti, il saper mantenere vivo il rapporto in senso lato ed in ultimo, ovviamente, il gestire il contatto fisico, partendo dal bacio fino alla sfera sessuale del rapporto stesso.
Per certi versi per imparare a conquistare le donne, hai bisogno di DECIDERE di voler diventare un uomo migliore, e quindi di SENTIRE di avere BISOGNO di migliorare la tua vita.
Ma soprattutto sentire dentro di te, di AVERE LE POTENZIALITA’ per migliorare la tua vita sessuale.
E’ una scelta che prendi oggi per migliorare te stesso e la tua vita, ma che inevitabilmente ti permette di innescare un circolo virtuoso, dove le donne arricchiscono la tua vita, partendo proprio dalla decisione di VOLER DI PIU’ dalla tua stessa vita.
Tu probabilmente fino ad oggi sei sempre stato troppo preoccupato dall’idea di dover compiacere le donne con cui interagivi, pensando che poi loro ti avrebbero contraccambiato.
Ma se fino ad oggi il tuo linguaggio del corpo, il tuo atteggiamento IMPEDISSE alle donne che conoscessi di dimostrarti il loro interesse e quindi il loro affetto?
Le donne, così come noi uomini, per dimostrare affetto, per esporsi nei loro sentimenti, hanno BISOGNO di essere portate dall’altra persona ad aprirsi.
Non è importante quindi ciò che tu possa offrire o fare per la tua donna, se poi NON SEI IN GRADO DI PORTARLA nella condizione mentale di SENTIRSI libera di potersi dimostrare attratta a te e quindi di dimostrarti il suo interesse.
Alcuni chiamano questo fenomeno come manipolazione, altri creazione di empatia.
A mio avviso, a prescindere da come tu lo voglia chiamare, questo è ciò su cui si basano i meccanismi psicologici della seduzione.
E nell’essere consapevoli di ciò che porti una donna a sentirsi attratta ad un uomo o viceversa, non c’è nulla di manipolatorio.

7 Commenti

  1. unodeitanti 11 anni fa

    mister…me se ti scambi un numero di telefono cn una ragazza e lei nn si fa sentire mai è un segnale ke nn gli interesso??…xrkè ultimamente mi sto scambiando numeri cn piu ragazze e cerco sempre ke siano loro a fare la prima mossa…ma nn si fanno sentire…e neanke su facebook mi mandano mai msg…secondo te questi sn segnali di disinteresse da parte loro oppure devo sempre io fare la prima mossa??

  2. homo 11 anni fa

    mister……una mia amica è in crisi con il ragazzo, perchè lui è molto geloso di un mio amico, innamorato della mia amica, che purtroppo per lui ha commesso tutti gli errori possibili e continua a commetterli (minimo 100 sms al giorno, comportamento da zerbino, donna=angelo, ecc. ecc.). è così diventato il migliore amico della mia amica….io sto agendo da dietro le quinte e credo di avere buone possibilità: ottimo contatto fisico, buona epatia e complicità….ho accettato di andare a casa sua tra un paio di giorni perchè mi ha chiesto se posso sistemarle una cosa del computer…..come mi dovrò comportare quando sarò da lei??? potrei provare a baciarla?? ti prego illuminami!! Grazie!

    • Mr. Seduzione 11 anni fa

      sta cosa dell’aggiustare il computer è un qualcosa che non mi piace assolutamente.
      piuttosto tergiversa e non aggiustarglielo, parlate d’altro, fate altro, ma non toccare il computer quando sarai a casa sua.

  3. DD 11 anni fa

    Grande articolo mister…quando dici che “prima ditutto devi volere dippiù da te stesso”ecco secondo me questa è la parte centrale della vita di ogni individuo,è un concetto estremamente importante…perchè è l’unica cosa che realmente può smuovere uan persona dalla situazione individuale in cui si trova…poi volevo anche commentare il concetto del saper prendere la decisione giusta, come dice mister più che saper prendere la decisione giusta bisogna avere il coraggio di fare la cosa che in quel momento tu reputi giusta..non è un concetto che si può calcolare razionalmente perchè in 3 secondi che ci stai a pensare sorgono ilioni di problemi…a volte l’unico modo per scoprire e lasciar scorrere quel flusso di emozioni che ci scorrono dentro lasciando che il corpo si muova da solo…è difficile da capire però è come la differenza tra una persona che ha paura di andare a cavallo e una sprezzante del pericolo, alla fine chi è che si diverte dippiù? Probabilmente la signorina qua sopra si era stancata del suo uomo e cercava qualcuno capace di fargli provare emozioni che l’altro partner non aveva saputo dargli,te ne accorgi dai segnali di interesse che non vanno mai sottovalutati,avvolte un bacio può cambiare la vita di una persona + di 100 parole e di un conto in banca a 7 zeri,quindi direi che qui + che il problema di saper prendere la decisione giusta si tratta di sapere percepire i “SEGNALI DI INTERESSE”,questione di allenamento…te ne può essere andata male 1 come capita a migliaia di persone,ma l’unico fallimento di un’uomo e quando smette di provare e su questo non ci piove.

  4. the fresh prince 11 anni fa

    sono ancora molto giovane, ma è da un po di tempo che sono entrato nell’ottica che vuoi far percepire ai tuoi lettori, soprattutto con questo articolo, e la reputo una cosa di una utilità sensazionale, al di là della crudezza con cui lo dici (che comunque reputo la cosa migliore da fare, l’essere duri nel far capire le cose). visto che ci sono, ti espongo il mio problema: ho incontrato l’altro giorno una ragazza, estremamente carina, con cui ci ho provato in treno; siccome sto ancora lavorando sui concetti che tu esponi e giustamente rendi importanti per una buona riuscita dell’approccio e in generale, della vita di coppia, non sono riuscito a creare immediatamtente contatto fisico, bensì mi sono comunque limitato a rendermi brillante e piacevole. siccome studia nella mia stessa università, le ho proposto, con una scusa di andare a studiare insieme dopo le lezioni per avere dello spazio libero con lei, malgrado mi avesse detto che ci sarebbero stati i suoi colleghi (ciò rende lo spazio di manovra più stretto, siccome siamo in compagni e dai loro atteggiamenti deduco che ci stiano provando anche loro). sta di fattoi che le ho lasiato il mio numero, dopo avergli chiesto il suo e dopo che lei mi ha ribadito di lasciargli il mio così mi avrebbe chiamato lei. ma non si è fatta viva, malgrado pensassi essergli perlomeno, piaciuto. Dovevo andare più a fondo (in termini di contatto fisico, che ripeto, non ho accennato) ? premetto, che non è la prima volata che , con una bella ragazza, mi capita questo… con quelle che non sono nulla di speciale, è un problema che non si è mai presentato, quindi presumo sia un blocco mio personale.

  5. Blando 10 anni fa

    Caro Mr.
    anche se non credo centri molto col testo sopra scritto,devo affrontare una situazione dove è essenziale capire se l’attimo che si presta ad essere colto non è un illusione;un’amica di mia mamma,molto carina e sensuale non perde mai occasione di instaurare un contatto fisico con me….mi lancia sempre frecciatine che io in un primo momento(si parla di mesi)ignoravo scambiandole per banale umorismo(dato che io sono appena diciottenne e lei è sui 26anni)……ma ultimamente mi fanno riflettere:mi sono accorto che stà “alzando il tiro” o meglio mi da l’impressione che desideri ardentemente “violentarmi” (in senso buono)…..il fatto è che la situazione si complica per via della presenza di mia mamma……le due lavorano una di fronte all’altra e passano le pause a parlare fra loro,perciò il mio unico momento di parlare e giocherellare con vari doppi sensi e frasette penetranti,utili a comprendere le vere intenzioni di questa donna,è negativamente influenzato dalla dannata presenza di mia mamma che non ci tengo proprio venga a sapere di ste cose…..altrimenti addio “ti presento la mia amica”,che di solitò è sempre una bella donna!!!……inoltre sembrerebbe che questa bomba sexy non si curi in alcun modo della presenza di mia madre……per esempio ha insistito affinchè io andassi a lavorare d’estate da lei(quando invece ho fatto lo stage formativo insieme a tanti salsiccioni di un’azienda di telecomunicazioni)oppure pochi giorni fa mi ha invitato a casa sua per “insegnarmi a mettere le lenti a contatto”…..ecc……se deve accadere qualcosa,questa è la mia occasione……….non so se mi sbaglio o mi sto solo illudendo perchè le mie uniche esperienze fino ad ora sono state con mie coetanee il più delle volte addirittura vergini perciò credo di non sapermi calibrare nel caso di una donna molto più matura del mio standard!!!!
    ALLORA CHE FACCIO MI BUTTO?
    Mi rimetto ai tuoi consigli ed alla tua magistrale sapienza in ambito femminile……Grazie!!!

    • Mr. Seduzione 10 anni fa

      cerca di creare più “situazioni”, uscite più spesso per motivi banali, in modo da toglierti il blocco psicologico di avere tua madre in giro.
      incomincia a sondare il terreno con il contatto fisico, se lei ricambia, te ne accorgerai in modo evidente.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*