Il romanticismo è la malattia della solitudine?

Il romanticismo è la malattia della solitudine?
Mr. Seduzione

ciao Mr seduzione, è da un po che leggo il tuo blog. c’è una ragazza che mi piace, cominciamo ad uscire in gruppo, lei lasciata da qualche mese, cmq mostra interesse x me ed io x lei, arrivo ad accarezzarla, darle un abbraccio scambio di sguardi, improssivamente qualcosa cambia si ripresenta ex.
Lei mi dice che può darmi solo amicizia deve capire cosa vuole il suo cuore. Io non voglio arrendermi, xche arrendersi di ffronte alla prima difficoltà, non so ormai mi sono fissato a volerla conquistare. Mi dai qualche dritta? stasera credo saremo insieme in gruppo.sarò me stesso, vorrei baciarla con la scusa di dirle una cosa in disparte..anche se sarà dura..creare quella tensione tra noi farla emozionare non so come ma al momento vedrò…qualche consiglio?

Probabilmente, e dico PROBABILMENTE, nel 500 un uomo galante e romantico aveva più possibilità di un rozzone nel conquistare una donna dell’alta borghesia.
Contemporaneamente però, nello stesso periodo storico, le donne di classe media o bassa, se il loro uomo non era uno che sapeva farsi rispettare a colpi di pugni DIFFICILMENTE SI SAREBBE SENTITA ATTRATTA A LUI.
Nell’era delle caverne probabilmente l’uomo che non fosse in grado di prendere con la forza una donna, non sarebbe stato ritenuto sufficientemente “maschio” per riprodursi.
Oggi il panorama sociale e culturale in cui viviamo ti mette nella condizione di conquistare le donne secondo un contesto molto preciso.
Le donne sono sicuramente più intraprendenti di una volta, e certamente la maggiorparte continuano ad essere MOLTO INSICURE.
Se una volta potevano essere insicure per un peso inferiore a livello sociale, oggi la loro insicurezza dipende MOLTO dall’immagine.
Specialmente in Italia.
Se una donna si sente bassa, grassa, magra, con il seno troppo piccolo o troppo grosso, se ha un naso brutto, se non è come le donne dello spettacolo, finisce per sentirsi crescentemente più insicura della media.
Per mascherare questa grande insicurezza si nasconde dietro ad un FINTO atteggiamento di superiorità.
Questo fa si che siano più sicure?
CERTO CHE NO.
Sembrano più sicure ma in realtà sono più fragili di una volta.
Il romanticismo va chiaramente a “cozzare” con un contesto sociale in cui l’immagine è tutto, dove esprimere le proprie emozioni diventa un segno di debolezza di cui vergognarsi.
Se tu metti in imbarazzo una donna con il tuo fare romantico, a prescindere che tu le possa piacere o meno, vai solamente a ricalcare un MODELLO DI UOMO che NON E’ SOCIALMENTE ACCETTATO.
Specialmente nei momenti antecedenti al rapporto di coppia vero e proprio, dove il romanticismo può diventare un insaporitore della storia.
E’ chiaro che se scrivi poesie, fai omaggi o altre stupidaggini, vieni immediatamente identificato come un uomo che abbia bisogno di COMPRARE affetto per ricevere affetto.
In una società dove una donna l’affetto vuole CONQUISTARLO da un uomo che sia GIA’ il DESIDERIO di altre donne, è chiaro che il romanticismo va a scontrarsi in modo preoccupante con ciò che sia effettivamente la realtà.
Una cosa è certa, se vuoi restare single, il metodo migliore è quello di slanciarti in romanticherie e fare di tutto pur di compiacere una donna.
Evita quindi discorsetti, perchè finiresti solo per aumentare le sue insicurezze e quindi la porteresti a chiudersi del tutto con te.
Limitati a creare contatto fisico ed empatia sessuale, il romanticismo tienilo a casa, se vuoi che lei diventi la tua prossima compagna.
 

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*