Perchè è sbagliato essere GENTILI con le persone?

Perchè è sbagliato essere GENTILI con le persone?
Mr. Seduzione

gentile MR le pongo alcuni miei dubbi sulle donne e sulla società in generale:
io sono una persona molto estroversa,egocentrica,iperattiva che nonostante cio fatica a costruire rapporti duraturi con la societa…nel senso io ho un attività pubblica che svolgo con mio padre, questa attività ha un buon nome,anzi ottimo e da 25 anni che esiste e la gente riconosce la qualità del nostro prodotto, quando devo essere guidicato da persone adulte non mi si pone alcun problema essendo molto educato e gentile verso il prossimo, ma in questa fase della mia vita (ho 20 anni) con i miei coetanei mi trovo male…ovvero loro si trovano male con me….il che dal mio punto di vista non ha senso….io sono come le dicevo prima molto gentile e tendo ad offrire molto al prossimo in maniera incondizionata, diciamo che mi viene naturale.Ma ciò a quanto pare non mi porta buoni risultati ne in amicizia( tranne per qualche caso) ne tanto meno in amore visto che non sono mai stato fidanzato….secondo lei l’essere troppo buoni porta a un disapprovo sociale?

A parte il fatto che molto probabilmente tu anche solo a livello inconscio tendi ad essere disponibile con le altre persone per ottenere in cambio da loro gentilezza.
E quindi è di per sè una condizione di vizio lamentarsi della correttezza delle persone.
Quindi è più una disapprovazione verso le tue aspettative nei confronti della società, e non nella società stessa.
Ma se vuoi tutta la verità…
Nessuno vuole essere trattato bene.
Tutti preferiamo lottare farci male per conquistare l’approvazione degli altri.
Ed è la stessa ragione per cui ci sono persone che pur di conquistare l’approvazione degli altri spendono 300 euro per un paio di jeans firmati o si intestano finanziamenti per macchine che non sono in grado di permettersi.

Magari faticano il doppio, non mangiano la sera, ma SOLO COSì riescono a sentirsi apprezzati dagli altri.

Certo si tratta di un’estremizzazione, ma non è poi così lontana dal tuo caso.
Quando tu dimostri la tua disponibilità, OFFRI la tua approvazione, METTI GLI ALTRI ad un livello superiore al tuo.
Nelle relazioni interpersonali non esiste la meritocrazia, ma solo il soddisfacimento reciproco di bisogni.

Ci sarà chi ha bisogno di parlare, chi ha bisogno di fare il pagliaccio per far ridere gli altri, chi ha bisogno di essere stimato, chi ha semplicemente bisogno di non sentirsi solo.
Nessuno è in un gruppo di persone per offrire qualcosa di nobile, ma solo per ottenere.
Egoismo? Ingiustizia sociale? o semplice fisiologia dei rapporti umani?
Io penso che tu debba solamente crearti una IDEA di ciò che ti aspetti effettivamente dalle persone.
Se vuoi essere apprezzato da loro, chiediti che cosa vogliano le altre persone da te per offrirti la loro stima.

Sicuramente ti dico con tutta certezza che non si tratta di gentilezza o disponibilità fine a sè stessa.

Se tu consideri UTILE PER TE trattare bene le altre persone… beh amico mio non ti aspettare nulla in cambio se non la consapevolezza che hai fatto ciò che volevi tu.
Se invece sei PRONTO per cambiare le tue strutture mentali e sei DISPOSTO a rimuovere le tue vecchie concezioni su cosa sia GIUSTO o SBAGLIATO con gli altri.
Bè sei nel posto giusto.
Se vuoi ottenere il favore delle persone che incontri, se vuoi che loro ti stimino, se vuoi che le donne ti apprezzino per ciò che sei davvero, è chiaro che dovrai modificare diversi aspetti del tuo modo di porti con le persone.

Dovrai cambiare principalmente l’idea che tu debba fare QUALCOSA di buono per ottenere qualcosa di BUONO.

Prova a pensarla così:
Quando tu educhi un bimbo a non attraversare la strada senza prima aver guardato a destra ed a sinistra e magari gli dai una sculacciata innocente, non è che LUI TI ODIA per la tua “sculacciata”.
Tu fai un gesto “cattivo” perchè vuoi il bene di quel bimbo.
Lui dalla sua parte, dopo qualche minuto ti vorrà tanto bene quanto prima, proprio perchè lui stesso si rende conto che tu ci tieni a lui.
Con le persone funziona esattamente allo stesso modo.
Non è compiacendole che ottieni il loro favore, è creando un rapporto impostando le regole del gioco, e facendo loro capire chi tu sia realmente.

1 Commento

  1. drean 7 anni fa

    la volevo ringraziare per questo suo articolo, mi ha fatto pensare davvero molto, e cambiare alcuni aspetti del mio comportamento, ora non sono piu cosi gentile come lo ero un tempo….e incredibilmente va molto meglio! con la società in generale, amici, amiche, e donne! un po di sano egoismo ho capito che paga.
    grazie davvero 🙂

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*