E' possibile conquistare una donna suonando la chitarra, cucinando o scrivendo email?

E' possibile conquistare una donna suonando la chitarra, cucinando o scrivendo email?
Mr. Seduzione

Ti do ragione sulle questioni email, di fatto ho già fatto mia la convinzione di non farlo più. Le stesse erano motivate dal fatto che lei non mi da possibilità di entrare in argomento quando io ci provo lei trova sempre un motivo per sfuggire; considera sempre che io mi muovo sempre in un ambiente di lavoro dove sono presenti altri colleghi, debbo fare anche in modo di mantenermi discreto, lei è una donna sposata con forte tendenza a non “tradire” il proprio partner,( io la conosco da 15 anni se non fosse così me ne sarei accorto, ho ne avrei sentito parlare, così come avviene per altre) invitarla fuori non se ne parla lei non verrebbe mai…. Tuttavia posso assicurarti che il contenuto delle email hanno avuto la sua efficacia, in quanto per me sarebbe stato impossibile fargli sapere certe cose, cose che solo apparentemente l’ hanno infastidita. E’ solo il modo per dirmi non posso venire a letto con te…

 
E’ bello a volte leggere di quanto certe persone siano in grado di leggere la realtà sulla base delle loro stesse “speranze”.
Salvo poi vedere che la realtà spesso è ben diversa da quella che immaginiamo.
Da quello che mi hai scritto non mi sembra che ci siano stati dei progressi tali da considerarti SODDISFATTO.
LEI NON TI DESIDERA.
NON VUOLE USCIRE INSIEME A TE.
NON TI HA NEPPURE DETTO FRA LE RIGHE DI VOLER TRASCORRERE DEL TEMPO INSIEME
Questo NON è essere efficaci.
Questo significa avere una coltre di speranza così spessa da annebbiare la tua percezione della realtà.
Vedi, tra coloro che partecipano ai miei corsi, non posso avere una persona che incontra una donna e poi possa permettersi di rivederla dopo delle settimane per conquistarla.
E dirgli “ma si, devi essere soddisfatto, in fondo ti ha lasciato il suo indirizzo email” o “ma si, dai tanto ti ha sorriso, è già un’ottimo risultato”.
Perchè chi partecipa ai miei corsi vuole imparare ad arrivare SUBITO al bacio e non dopo una ventina di giorni.
Io non metto in dubbio che ci siano uomini che siano in grado di conquistare una donna suonando molto bene la chitarra, ballando la salsa o grazie alle proprie doti culinarie.
Ma se non sai suonare la chitarra, se non sai ballare bene e non hai neppure idea di come cucinare un piatto di pasta, evidentemente dovrò fornirti un metodo per imparare a conquistare una donna A PRESCINDERE DELLE TUE CAPACITA’ “ARTISTICHE”.
Tu puoi essere anche Dante Alighieri, scrivere la Divina Commedia “il ritorno dal Paradiso” e vedere che Beatrice alla fine si è fidanzata con il tuo assicuratore.
In quel caso la tua bravura eterna ed immortale non servirebbe a nulla per conquistare quella donna.
Per OTTENERE IL SUO DESIDERIO nei tuoi confronti.
Perchè è questo a cui serve la seduzione: portare una DONNA a SENTIRE IL DESIDERIO DI ESSERE POSSEDUTA DA TE.
A sentire il desiderio di stare insieme a te, di potersi godere la tua compagnia anche a costo di RINUNCIARE ad altre cose.
Arrivare al punto di mettere da parte il mondo pur di stare con te.
Perchè tu vuoi già regalarle il mondo, e quello che ti serve è semplicemente ESSERE RICAMBIATO.
Ma se lei non ha il desiderio totalizzante di stare con te, bè probabilmente NON l’avrai portata a desiderarti abbastanza.
Via email per quanto tu possa essere bravo, capace, persuasore, l’unica cosa che potrai ottenere è STIMA e SIMPATIA.
Caratteristiche che non hanno NULLA a che vedere con il tipo di uomo verso cui vorrebbe sentirsi attratta.
Caratteristiche che non hanno NULLA a che fare con gli elementi che innescano i suoi istinti sessuali.
Si tratta quindi di caratteristiche che NON la porteranno a DESIDERARE di DIVENTARE LA TUA DONNA.
Non è un caso che il fatto stesso di imparare ad innescare il desiderio sessuale dovrebbe essere la prima preoccupazione di chi vuole imparare a conquistare una donna,
 
 

13 Commenti

  1. Vito 8 anni fa

    Mr, io avrei un’ osservazione da fare..
    Praticamente è sulla falsa riga di un commento a cui hai risposto nelle settimane precedenti.
    Io non ci sto sul fatto che la colpa al 90% è sempre la nostra..
    Hai ragione a dire che non dobbiamo porci dei limiti, ma quando andiamo a tentare la conquista di una donna e questa è “presa” da un altro.
    Noi possiamo tentare il tutto per tutto.
    Ma la femmina su questo è più inamovibile di noi.
    Secondo il mio parere, dobbiamo essere bravi a capire/comprendere quando bisogna “mollare il colpo”.
    Sembra che qua la colpa sia sempre di noi e solo noi…
    Con questo non voglio mettere in dubbio l’utilità di tutto quello che dice, anzi, ne ho tratto e so che ne trarrò ancora molti insegnamenti.
    Buona giornata.

    • Mr. Seduzione 8 anni fa

      risposta domani sul blog

  2. gio 8 anni fa

    Quale corso mi consigli di seguire?

    • Mr. Seduzione 8 anni fa

      dipende da cosa senti il bisogno di migliorare.

  3. armando 8 anni fa

    ma a me le donne mi disprezzano e gli sono antipatico e pure nn sortisco alcun effetto seduttivo! Tu sai se nella seduzione sia importante nn essere disprezzato e disdegnato dalla ragazza obiettivo? o posso anche essere disprezzato e disdegnato e sedurla ugualmente?

    • Mr. Seduzione 8 anni fa

      mi sono perso il pezzo in cui parlo che l’essere antipatici e disprezzati dalle donne sortisca effetti positivi… di certo c’è che devi puntare sul piacere evitando di essere uno zerbino.
      l’antipatia ed il disprezzo sono decisamente fuori da questo mondo.

  4. alessandro 8 anni fa

    MISTER SONO USCITO CON UN AMICA L’ALTRO GIORNO L’HO CONOSCIUTA DA POCO E ALLA PIRMA USCITA L’HO PRESA E BACIATA POI SONO ANDATO VIA SUBITO CHE AVEVO DA FARE…LE HO SCRITTO IL GIORNO DOPO ECC OGGI E GIA IL SECONDO GIORNO…LEI HA ANCHE UNO CHE LA FA TRIBULARE E SOFFRIRE E QUINDI OGNI TANTO PENSA A LUI…LE DICO DI USCIRE MA OGNI VOLTA HA UNA SCUSA O E STANCA PER LAVORO O ALTRO ..CHE CAVOLO DEVO FARE? PER RIACQUISTARE UN PO DI POTERE E FARMI DESIDERARE?? GRAZIE ALE

    • Mr. Seduzione 8 anni fa

      che cosa stai facendo per essere consapevole di avere poco potere contrattuale?

  5. Anna 8 anni fa

    Cmq…da donna…non capisco perchè gli uomini non si accorgono quando ci fanno annoiare e rispondiamo e sorridiamo solo per cortesia e magari vorremmo andarcene subito…ma abbiam paura che l’uomo ci resti male..proprio perchè noi nn accettiamo di buon grado un rifiuto…ho dovuto sbolognare uno a cui piaceva la mia compagnia…gli paicevo io…Mai annoiata tanto!!!!

    • Mr. Seduzione 8 anni fa

      non sei l’unica ad avere questa impressione.

      • hey 8 anni fa

        se come dice anna anche le donne non accettano un rifiuto però mi spieghi se è così perché alcune continuano a tentarti lo stesso con la speranza di farti cedere prima o poi?possibile siano così sicure dei loro mezzi tanto da farti cambiare idea(non credo)?o la questione è più profonda?

        • Mr. Seduzione 8 anni fa

          alcune possono voler vedere anche fino a che punto sei davvero intenzionato a metterti con loro…

  6. Diego 8 anni fa

    Buonasera Mr. Seduzione.
    Da circa 4 anni ho instaurato una profonda amicizia con una mia collega di lavoro; praticamente siamo amici per la pelle. Io da diversi anni, sentimentalmente parlando, sono una persona impegnata, lei invece è single da molto tempo, divorziata per intenderci. Durante l’arco temporale della nostra amicizia, ci sono stati degli alti e bassi, ovviamente diverse litigate, dispetti, invidie reciproche etc., vicissitudini chiaramente normali in un rapporto amichevole serio e non basato sulla falsità. Durante il periodo iniziale della nostra amicizia io avevo già una ragazza con cui ero fidanzato, la mia attuale moglie, però tra noi le cose non andavano a gonfie vele e, in un momento di mia debolezza, dopo che, su mio invito, una sera ero uscito a cena con la mia amica, ci siamo baciati ed abbiamo poi fatto sesso. In quei giorni, io ero innamorato perso di lei, poi però ho fatto la mia scelta di vita, spiegandole che per me lei era una grande amica e che, se lei gradiva, potevamo restare grandi amici. Forse però, anche se magari per orgoglio lei non voleva ammetterlo, io avevo capito che si era innamorata di me e che, per quanto bello fosse stato, non avrei dovuto flirtare assieme, per non correre il rischio di farla soffrire, come invece in seguito è successo. Ovviamente all’inizio non sono state tutte rose e viole, infatti ad ogni mio invito inventava sempre una scusa per non uscire con me, naturalmente per non stare male. Poi sono accaduti degli screzi e quindi per diversi mesi, ogniqualvolta al lavoro vi era l’occasione di vederci, nemmeno ci salutavamo, atteggiamento tenuto più da parte mia che sua, e ci ignoravamo. Fortunamente, per una serie di circostanze, nel corso degli anni siamo ritornati ottimi amici, abbiamo continuato qualche volta, compatibilmente con i tempi ed i ritmi che la frenesia della vita ci consentiva, di frequentarci come amici, ed attualmente, sia a livello lavorativo che extra-professionale, andiamo d’amore e d’accordo. Al lavoro ci scambiamo spesso battutine reciproche un pò piccanti e toccatine scherzose ed innocue. Io ho un forte desiderio di fare sesso con lei, per rafforzare ulteriormente la nostra amicizia; non aspiro ad una cosa fine a se stessa, bensì ad una rapporto fatto anche di coinvolgimento emotivo, coccole, carezze, baci etc. Infatti, non considero lei come “l’ultima spiaggia” perchè magari, passami il termine, nessuna me la dà, visto e considerato che, grazie a Dio, sono un bel ragazzo e senza vanto non devo elemosinare niente da nessuna. Forse mi sbaglio, ma le leggo in fronte che ha un forte desiderio di fare sesso, non dico solamente con il sottoscritto, ma in generale, e che io le piaccio da morire, sia caratterialmente che esteticamente. In modo indiretto e più o meno diretto, ho cercato di farle capire tali miei sentimenti, ma lei sorvola sempre, adducendo le scuse più disparate, tipo “questa sera sono stanca”, “ho mal di testa”, “ho la pressione alta” e, come se si presentassero i vecchi “fantasmi” del passato, ultimamente ad ogni mio invito tergiversa, quando a me invece risulta abbastanza palese che non gradisce una frequentazione, anche se a livello di amicizia, extra lavorativa. Ti chiedo pertanto gentilmente un consiglio. Come mi devo comportare? Devo essere esplicito fino in fondo, magari passando ai fatti, qualora mi si presentasse l’occasione, col rischio però di rovinare tutto e perdere una meravigliosa e stupenda amicizia, o non fare nulla, rammariccandomi di non aver tentato di fare qualcosa? Ti ringrazio.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*