Come riconquistare una exSeduzione

Come riconquistare una ex che non mi vuole più?

Ciao Mister, è da un po che leggo i tuoi blog..bhe..complimenti davvero. Avrei da sottoporti il mio caso, una situazione che mi perseguita da mesi a cui, pur essendo un assiduo lettore di questo blog, non sono riuscito a venirne a capo.
Circa un paio di mesi fa ho incontrato una ragazza all’uscita di una discoteca; ci conoscevamo di vista, qualche volta in passato ci siamo scritti anche su facebook ma niente di che dato che poi entrambi ci siamo fidanzati con altre persone. Fattostà che dopo esserci incrociati sia fisicamente che con lo sguardo, lei mi ha mandato un messaggio nella mia casella postale di fb (non abbiamo mai avuto i numeri di cellulare) dicendomi che era sorpresa di vedermi, che le aveva fatto piacere e che non sarei dovuto sparire. Io le ho risposto, rimanendo molto sul vago..insomma, dopo qualche messaggio mi ha chiesto LEI di andare a bere qualcosa! Ho accettato e dopo qualche giorno siamo usciti. Non avevo delle gran aspettative, lei fa la modella, studia giurisprudenza e la sera lavora come ragazza immagine in uno dei locali piu rinomati di riccione, quindi ho accettato cosi, un po a occhi chiusi. Il primo incontro è stato molto piacevole, lei era in costante imbarazzo e mi diceva che era un ottimo segnale. Alla terza uscita lei mi ha preso e mi ha baciato e da li la situazione è cambiata. Ha cominciato ad essere molto presa, mi ripeteva in continuazione quanto le pioacevo, quanto stava bene con me e di quanto fossi speciale per lei. Io naturalmente ricambiavo. Dopo circa 3 settimane di frequentazione, parole importanti e baci appassionati mi manda un sms con scritto che nn voleva piu vedermi perche stava attraversando un periodo difficile con la scuola e via dicendo. Io ho accettato senza discussioni esponendole solo il mio punto di vista: mi sentivo preso in giro e non era giusto. Di seguito ci siamo visti varie volte in discoteca, io naturalmente la ignoravo e lei passava le serate a cercare di attrarre la mia attenzione e quando la vedevo facevo finta di nn essermi accorto. I giorni a seguire mi telefona, mi scrive..sottolineando ogni volta che io per lei sarei stato perfetto, che sono una bellissima persona..insomma..cagate (e permettimi il termine) di sto genere. Mi ha anche confessato che ora si rivede con un ragazzo che frequentava prima di me, ma ha paura di stare male mentre invece con me era sicura che sarebbe stata una bellissima storia.
A questo punto mi chiedo: MA MI PRENDE PER IN GIRO? o sono io talmente tonto da non accorgermi che mi sta mandando dei segnali come se volesse che le dimostrassi qualcosa? sono molto confuso..o meglio, nn voglio montarmi la testa anche perche credo che mi prenda un po in giro.
Mister..puoi aiutarmi a riconquistarla??
Grazie in anticipo

Questo è uno dei classici casi in cui la mancanza di strutture mentali robuste ti porta a PERDERE una donna NONOSTANTE LEI SIA ATTRATTA DA TE, nonostante ti identifichi come il suo uomo ideale, nonostante le piaccia molto.
Tuttavia dalla tua storia emerge ANCHE il motivo per cui una donna possa finire per preferire lasciarti perdere e stare con qualcuno che non le dia la stessa serenità.
Intanto devi incominciare a distinguere tra il bisogno di una donna di AVERE UN UOMO che consideri il suo punto di riferimento, rispetto a stare con un uomo verso cui si senta attratta.
Certo a leggerlo così potrebbe sembrare la stessa cosa, ma in realtà non è così.
Ad esempio, come tu ci hai raccontato lei era davvero fortemente attratta a te, poi però nel momento in cui lei ti ha detto di avere dei problemi con lo studio anzichè “ammortizzare” il momento, ti sei offeso, accusandola di essere preso in giro.
Questo è sbagliato non tanto perchè per quanto lei si sia “comportata male”, tu dovevi reagire diversamente; ma è sbagliato perchè ti mette nella condizione di farle capire che tu DIPENDI EMOTIVAMENTE da lei.
Come se la tua felicità e la tua serenità dipendessero unicamente dalle sue scelte e NON DALLE TUE.

Dare un segnale simile ad una donna è un po come dirle “sono più instabile emotivamente di te, quindi sono inferiore a te, quindi probabilmente in questo momento tu hai un potere contrattuale superiore al mio”.
Potere contrattuale inferiore a quello della tua donna = ZERO ATTRAZIONE.

Quindi anzichè amplificare quella DIPENDENZA EMOTIVA che c’era in lei nei primi momenti della vostra relazione, sei finito per cancellarla totalmente, rimuovendo persino gli unici motivi per cui si sentiva attratta a te.
Non puoi portare una donna a sentirsi in colpa per aver fatto soffrire il suo uomo.
E’ un po come se tu ti mettessi la gonna ed i tacchi e pretendessi di essere ancora considerato come il suo uomo.

Semplicemente non funziona così.
Per molti la DIPENDENZA EMOTIVA è qualcosa di negativo, perchè presuppone che ci sia una persona che subisca passivamente l’emotività di un’altra.
Mentre invece la dipendenza emotiva è la SINTESI di ciò che DA MILLENNI permette a uomini e donne di stare insieme.

Perchè coincide esattamente con la combinazione tra le caratteristiche dominanti tipiche dell’uomo con le caratteristiche più accomodanti della donna.
Voglio dire se le donne fossero dominanti difficilmente accetterebbero di essere penetrate e dominate dal proprio maschio durante un rapporto sessuale.
Per desiderare questa “sottomissione” nei confronti dell’uomo diventa INEVITABILE che la donna debba sentirsi “dipendente emotivamente” dall’uomo.

Fa parte della nostra natura.
L’uomo ha un ruolo DIFFERENTE ma COMPLEMENTARE a quello della donna e queste stesse caratteristiche ci permettono di vivere in coppia.


5 Commenti

  1. romano 8 anni fa

    io ho una relazione clandestina da 1 anno e mezzo……e di comportamenti cosi ne ho gia visti a decine sempre dalla stessa….

  2. Franco 8 anni fa

    Ciao Mr.
    Scoperto questo blog da poco, e lo trovo interessante. Ti racconto la mia lunga storia.
    5 anni fa, in pieno periodo single, incontro una ragazza, con la quale mi interfaccio esattamente come con tutte le altre in quel periodo: per portarla a letto.
    Entrambi 25enni, dopo una settimana di sms, ci vediamo, stiamo assieme e mi accorgo che è qualcosa più di una notte. Per lei lo è ancor di più. Ci fidanziamo.
    Io single da due anni, passavo da un letto all’altro, lei single da 1 anno, ha un passato di molte avventure di una notte nonostante una lunghissima (6anni) relazione col suo ex.
    Il nostro rapporto vede per i primi anni un forte predominio di parte mia: sono io che detto le regole, è lei che deve fare di tutto per stare con me, è lei che si dispera se mi allontano o arrabbio ecc.. ecc..
    Entrambi innamorati folli l’uno dell’altra, un’intesa sessuale a dir poco devastante, gelosissimi l’uno dell’altro
    Nell’ultimo paio di anni le cose cambiano un po’.. lei, che iniziò a lavorare poco dopo esserci fidanzati, prosegue la sua carriera , io rimango al palo dell’università.
    i rapporti di forza iniziano a mutare, mi sento meno sicuro nell’imporre le mie regole, lei è meno propensa ad accettarle. Le pesa non poter avere dei progetti seri con me, vorrebbe progettare il nostro futuro insieme, parlare di convivenza , di figli ma io non posso per questioni professionali (lavoro che non ho)
    L’ultimo anno, perde il lavoro e lo ritrova dopo 4 mesi..ma a Londra!
    Decide di partire lo stesso anche se questa cosa mette a repentaglio la nostra storia perchè il lavoro è prioritario per lei, dato che non posso offrirle un’alternativa..(mi dice: se tu potessi sposarmi, io non darei mai la priorità al lavoro) Primi mesi le cose vanno bene, io sono ad un passo dal finire l’uni.
    Poi si inceppa qualcosa, io divento sempre più insofferente, anche lei. Le mie parole d’amore diventano rarissime mentre lei riesce ancora a trovare, seppur più raramente, slanci di amore forte nei miei confronti.
    Ci vediamo ogni max 3 settimane, per lo più vado io su a Londra per 4 o 5 giorni…ed ogni volta lei è entusiasta del tempo che passiamo assieme, io invece tendo sempre più ad essere insoddisfatto e le dico di continuo che se non cambiano le cose la lascio.
    Controllando il suo fb, la sua mail ecc ecc so per certo che non ha “distrazioni” di nessun tipo, ma nonostante questo io non mi sento più amato come un tempo.
    Alla fine dopo 4 mesi di negatività da parte mia, lei decide di chiedermi una pausa, io reagisco male e le dico che è meglio mollarsi semplicemente. Dopo 1 mese in cui non ci sentiamo per nulla, le mando una mail innamoratissima, profonda e sincera, le dico che lei è la donna della mia vita.
    Mi risponde subito, dicendo che quello che ha provato per me non lo proverà mai più. Dopo qualche scambio di email, decidiamo di riprovarci, ma lei mi dice che è stata a letto con un suo amico, che non le è mai piaciuto, con cui è stato pessimo il rapporto sessuale, ma che lo ha deciso lei di volerlo, perchè le mancava la presenza quotidiana di un uomo affianco e perchè ha voluto provare ad andare a letto con uno che non le piaceva perchè voleva vedere se riusciva a starci bene nonostante questo, perchè convinta che tanto uno che le piaccia come le piaccio io fisicamente e con cui ha un’intesa sessuale come con me, non lo troverà mai nella vita. E che cmq ha fatto questa scelta perchè convinta che tra noi fosse definitivamente finita dopo 5 anni, che io non l’amassi più e che fosse impossibile stare insieme.
    Ovviamente è un durissimo colpo, perchè l’esclusività, l’appartenza e la gelosia sono stati ingredienti fondamentali della nostra storia. Io le confesso invece che ho baciato una ragazza bellissima (che lei di vista conosce) ma che anche se invitato a salire a casa sua, non ci sono andato a letto perchè avevo ancora lei nella testa.
    Ora siamo di nuovo insieme, ci amiamo, ci diciamo parole d’amore importanti e progettiamo passi futuri insieme .
    Ma a me pesa enormemente immaginarla con un altro, anche con tutte le attenuanti di cui ho detto prima.. ho perso un po’ di fiducia in lei, più che altro la vedo meno bella di prima, mi sembra meno speciale.
    Dici che sono credibili le cose che mi ha detto? Alla fine poteva anche non dirmi che era stata a letto con un altro, tanto sono a Londra non li frequento, ma la trasparenza totale è sempre stata un nostro cavallo di battaglia ed in parte mi consola che abbia deciso di dirmelo, perchè almeno su quel punto vuol dire che ha mantenuto la barra diritta.
    Che mi dici?
    Grazie!

    • Mr. Seduzione 8 anni fa

      penso che se è stata sincera sul suo rapporto l’abbia fatto per trasparenza ed onesta… quindi è un fattore positivo.
      se ha mentito probabilmente voleva vedere come reagivi.
      se non ti piace più come prima è normale, dipende un po quanto lei sia insostituibile.
      se è una come tante altre allora forse ti conviene passare alla prossima e chiudere il passato.

  3. valerio 7 anni fa

    Vedere la penetrazione come un “dominio” è una visione retrograda

    • Mr. Seduzione 7 anni fa

      avere dei pregiudizi è retrogrado.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*