E’ giusto conquistare una donna fidanzata? E’ giusto conquistare la donna di un tuo amico? – Assolutamente SI.

E’ giusto conquistare una donna fidanzata? E’ giusto conquistare la donna di un tuo amico? – Assolutamente SI.
Mr. Seduzione


Ultimamente mi domandavo più come chiudere la partita con una ragazza fidanzata con uno che non è proprio l’apoteosi della civiltà e potresti ritrovartelo sotto casa a minacciarti…

Credimi, hai più probabilità di trovare 50 euro per strada che essere minacciato da un altro uomo a cui hai portato via la donna.

Certo, uno può chiedersi se sia giusto o sbagliato conquistare la donna di un’altro uomo.

Ma infondo, cosa si giusto e cosa sia sbagliato, molte volte dipende dal punto di vista della persona che osserva i fatti.

E’ giusto ad esempio che tu sia single, nonostante faccia di tutto pur di essere l’uomo ideale per una donna?

O per uscire un po dal tema, è giusto che un’azienda licenzi dei dipendenti per evitare il fallimento (e quindi il licenziamento di tutti i suoi dipendenti)?

Voglio dire, da qualsiasi punto tu guardi una determinata vicenda, è davvero complesso trovare qualcosa che sia giusto a prescindere da tutto ciò che ne possa conseguire.

Ne abbiamo già parlato in precedenza, ma se andiamo a guardare i motivi che spingono una coppia a separarsi nel 70% dei casi, si tratta di tradimenti o di nuove relazioni che sono nate durante la precedente storia.

Per tanto la domanda resta: E’ giusto che ci siano uomini che portino via le donne ad altri uomini?

Si, No, Forse… Per quanto mi riguarda, se una donna non ha un valido motivo per mollare il suo uomo generalmente non lo lascia.

Questo chiaramente non significa che sia sufficiente “comportarsi bene” con una donna per tenersela stretta a sè.

Quanto più saranno forti le emozioni che proverà stando insieme a te, tanto più sarà difficile per altri riuscire a portartela via, ammesso che non siano ancora più bravi nel trasmettere queste sensazioni alla tua donna.

Per fortuna o per sfortuna, il mondo delle relazioni interpersonali, se fosse un mercato economico, sarebbe caratterizzato da una concorrenza impressionante.

In questo mondo, non è tanto importante chi sia tu nello specifico, che cosa faccia nella vita o quanto guadagni al mese. Nella seduzione, quella vera, ciò che conta realmente sono le emozioni che sente una donna quando stà insieme a te e nient’altro.

Facciamo ad esempio finta che tu nel passato abbia avuto una relazione fantastica con una ragazza, che ti sentissi benissimo con lei, per cui tu provavi dei profondi sentimenti, naturalmente lei ricambiava, era affettuosa e profondamente innamorata di te.

Tu non le hai mai fatto mancare nulla, lei si sentiva felice insieme a te e si vedeva che eravate una coppia affiatata.

Poi però un giorno, conosce un tizio e dal tramonto all’alba lei non solo ti lascia, ma ti confessa di essersi perdutamente innamorata di quest’uomo.

In questo caso, sarebbe giusto che lei ti mollasse per quest’altro uomo?

Dal tuo punto di vista, è ovvio che sarebbe ingiusto, ma dal suo punto di vista, lei conoscendo quell’uomo, si è resa conto di poter provare delle emozioni di gran lunga più forti ed intense di quelle che provava insieme a te.

Per lei cambiare partner ha costituito un miglioramento notevole della sua vita e con questo nuovo uomo si sente molto più felice di quanto si sentiva prima.

Quindi lei, dal suo punto di vista, ha fatto bene o male a lasciarti?

Dopo una settimana, lo stesso uomo che ti aveva portato via la donna, ne conosce un’altra a sua volta, di cui s’innamora perdutamente. Così decide di lasciare la tua “ex” per quest’altra donna.

A questo punto, lui avrebbe fatto bene a conquistare la tua ex e mollarla dopo una settimana per passare ad una nuova ragazza?

Certo, se lui non si trovava bene con lei, per quale strano motivo doveva stare a perderci del tempo insieme?

Ora, la tua ex, dopo essere stata mollata, si rende conto dell’errore commesso e torna da te, in ginocchio chiedendoti di perdonarla e di rimettersi insieme a te.

Tu a questo punto cosa faresti? Ti rimetteresti insieme a lei, perdonandole il fatto di averti lasciato in mezzo ad una strada o ti matureresti piuttosto l’idea che quella donna, ha commesso un errore che ti ha fatto conoscere meglio la sua personalità?

Voglio dire, avrebbe senso darle un’altra chance, avendo la consapevolezza che alla prima occasione, probabilmente potrebbe mollarti nuovamente?

In questa breve ipotesi, che non credo si discosti molto da eventuali storie che avrai vissuto in passato, tu puoi trovare elementi che ti portino a giustificare ogni comportamento o reazione, a seconda del personaggio che vai a considerare più simile a te stesso.

E’ giusto conquistare la donna di un’altro uomo?

Non credo di essere la persona più imparziale nel rispondere a questa domanda, ma io credo che se tu ritenga che una determinata donna, possa essere una donna molto importante per te, o che possa semplicemente essere una persona che ti interessa molto; per quale motivo dovresti rinunciare a conquistarla?

Infondo se sei consapevole di poterle offrire molto di più rispetto al suo attuale compagno, tu conquistandola, le andresti a fare un GRANDE regalo.

Insomma, per quale motivo dovresti restare alla larga da una donna fidanzata? Che cosa ci vedi di così sbagliato nel migliorarle la sua stessa vita?

Io ad esempio, sono convinto del fatto che mediamente le donne fidanzate, siano maggiormente predisposte alla vita di coppia. Ed in tutta onestà lo considero un elemento che mi dice tutta una serie d’informazioni positive o negative di un donna.

Se è fidanzata da tanti anni, sarà una persona paziente, affettuosa, anche se magari un po abitudinaria. Se cambia spesso partner, ha uno spirito più dinamico e sbarazzino, e sarà sessualmente molto attiva. Se è fidanzata ma esce con le amiche, significa che è indipendente e molto sicura di sè stessa.

Mi piace considerare questi aspetti, come i dati di una carta d’identità della personalità e della vita sessuale di una persona.

Voglio dire se una donna (o un uomo) non ha un partner un buon motivo ci sarà.

Infondo uomini e donne, passano la loro intera vita a trovare qualcuno con cui stare insieme, a cui voler bene e soprattutto di cui innamorarsi.

In linea teorica è più strano il fatto di essere single che vivere ogni giorno storie diverse.

Una persona che non abbia neppure una storia passeggera, probabilmente ha notevoli difficoltà a costruire un rapporto con un partner dell’altro sesso. Vuoi per questioni di timidezza, per mancanza di determinazione o perchè magari frequenti un determinato gruppo di persone, che non ti permette di conoscere delle donne.

Di motivi ne ho sentiti a centinaia, per cui un uomo si nasconda per motivare il fatto di essere single, ma NON ESISTONO GIUSTIFICAZIONI SUFFICIENTI PER RESTARE SINGLE.

Il fatto di rinunciare ad una donna, semplicemente perchè questa sia fidanzata insieme ad un altro uomo, significa rinunciare ad una quantità enorme di persone che potrebbero rendere più bella la tua vita.

Voglio dire, diventare un uomo che piaccia di più alle donne, significa ritrovarti ad avere donne che scelgano di mollare i loro attuali compagni per mettersi insieme a te.

Se quindi consideri sbagliato piacere ad una donna, a tal punto da rischiare di portarla a compromettere una sua eventuale relazione, bè allora ti suggerirei di non leggere i miei libri o di partecipare ai miei corsi dal vivo.

Piacere ad una donna, NON è SBAGLIATO.

Piacere di per sè, è un’azione passiva, non prevede che tu faccia delle azioni per riuscirci.

Ecco perchè è sbagliato darsi da fare per “cercare-di-piacere”, perchè si tratta di una forzatura che non ti porta ad avere alcun risultato positivo.

Metti caso ad esempio, che dedichi un paio di giorni a lavorare sulle tue strutture mentali ed ad assimilare tutte le tecniche di seduzione passiva e di controllo psicologico.

Non te lo dico per spaventarti, ma ti capiterà prima o poi di finire per piacere ad una donna di un qualche tuo amico.

Tenendo fermo il punto, che tu non avrai comunque fatto assolutamente nulla nè per conquistarla, nè tanto meno per piacerle.

Tu a quel punto che cosa faresti?

Rinunceresti all’amiciza del tuo amico ed incominceresti a frequentare questa ragazza, o le diresti di lasciar perdere tutto? In virtù di cosa, oltretutto?

Lui potrebbe dire, pensare e fare tutto ciò che vorrebbe, ma la sua donna, e la sua stessa storia con quella donna non tornerebbe mai ad essere quella di prima.

Quando per una donna, finisce un amore, perchè all’improvviso per lei esisti solo più tu, non è neppure una questione tra te e questo tuo amico. Diventa una questione tra te e questa donna.

TU, che colpa avresti se la sua donna riconoscesse di non considerare più il suo partner “adatto a lei”?

Tu non avresti fatto nulla per paicerle, eppure tu cambieresti per sempre il modo stesso di vivere il rapporto tra questa donna ed il tuo amico.

Molti ad esempio pensano che la seduzione sia qualcosa che funzioni “a comando”, dove quindi quando vedi una donna, ti basti pensare, “ok adesso la conquisto” e lei crolli “tramortita” tra le tue braccia.

Non è così, in realtà è tutto molto più semplice.

In realtà, la seduzione inizia molto prima, ed una volta che modifichi le tue strutture mentali in modo da portare le persone che ti circondano a sentirsi attratte da te, non ti rendi neppure conto di come tu riesca a conquistare una donna, per il semplice fatto che le dinamiche che s’innescano, restano ad un livello del subconscio e tutto si basa sugli istinti sessuali.

Così come ti capita di conoscere una donna, che magari ti piaccia fin dal primo istante (anche quando non si tratta di una modella da copertina); quella stessa donna, pur non facendo assolutamente nulla per piacerti, riuscirà in ogni caso a farti sentire attratta a lei.

Abbiamo una sola ed unica vita da vivere, per quale motivo dovresti perdere una grande possibilità di rendere LEI e soprattutto TE STESSO soddisfatto da questa nuova possibile relazione?

Le donne fidanzate, non sono diverse dalle altre. Semplicemente in questo momento stanno con un altro uomo, che per qualche motivo un giorno (con buona probabilità) lasceranno.

Conquistando la sua donna, quello stesso uomo potrebbe avere l’occasione di trovarne una ancora migliore della precedente e tu alla fine, oltre ad aver fatto un favore a te stesso ed alla tua nuova compagna, l’avresti fatto anche a lui.

A mio avviso, molti rinunciano a conquistare una donna fidanzata, solo perchè sanno di non essere in grado di riuscire a farla sentire attratta a loro.

Ma una volta che sei in grado di influenzare i desideri di una donna, dubito che ti andresti a porre ance solo il problema.

Da domani, da oggi, da adesso, tutte le volte che ti piacerà una donna fidanzata, non chiederti se sia giusto conquistarla.

Chiediti se sia giusto perdere lei.

Chiediti se sia giusto perdere la vostra possibilità di vivere una storia entusiasmante.

Ma soprattutto chiediti se non si tratti di qualche scusa, dietro a cui stia cercando di nascondere le tue insicurezze.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*