Non sopporto più la mia compagna, non so con chi sfogarmi e capire cosa devo fare.

Non sopporto più la mia compagna, non so con chi sfogarmi e capire cosa devo fare.
Mr. Seduzione

Dopo un anno bellissimo insieme, io 30 anni lei 25, miei problemi personali e alcune diversità di base hanno fatto si che io, comportandomi in modo assurdo, la allontanassi da me. Sono diventato geloso, ossessivo, intollerante a ogni suo “difetto”, ho preteso di cambiarla….lei ha accettato tutto in nome del nostro amore e dei nostri progetti..poi all’improvviso e esplosa ed ora non vuole ne vedermi ne sentirmi da ormai 3 settimane

Spesso si tende a scambiare il partner per una sorta di CONFESSIONALE dei propri problemi, come una persona a cui si possa sbrodolare il nervoso, l’ansia.
Mentre per sfogarsi solitamente è meglio “usare” i propri amici o persone di cui hai piena fiducia, i parenti o persone con cui tu possa effettivamente scambiarti pareri e capire in che misura tu possa avere ragione o torto.
Il confronto con una persona esterna al rapporto di coppia è uno degli strumenti più efficaci per crescere ed acquisire informazioni da qualcuno che non sia coinvolto emotivamente.
E che non ha bisogno di fare il tifo per te o compiacerti, giusto per evitare di perderti.
Del resto non c’è amico peggiore di chi MENTE pur di mantenere viva l’amicizia.

Altri, come nel tuo caso tendono ad essere completamente intolleranti ai problemi del partner, ad ogni eventuale difetto, diversità d’opinione.

In entrambi i casi questo si deve ad una forma di insicurezza, mista ad una mancanza assoluta di altruismo e pazienza.

Andare d’accordo con il partner, far funzionare un rapporto di coppia non è una passeggiata domenicale.
Avere una relazione di coppia è un po come una sorta di secondo lavoro.

Non è tutto rose e fiori, ci sono soddisfazioni, frustrazioni, stress, delusioni, gioie, momenti di festa e di grande sintonia.
Al lavoro ci si abitua alle difficoltà perchè alla fine del mese, comunque sia stato (piacevole o meno) il lavoro ci arriverà uno stipendio.
In un rapporto di coppia anzichè esserci lo stipendio ci sono le coccole, l’affetto, la compagnia, il sesso.

E’ evidente che per ottenere questi piaceri, sarà inevitabile sopportare qualche piccola o grande “rottura”, discutere e litigare.
Ci sarà il pomeriggio da trascorrere all’IKEA, ci sarà da condividere il peso delle commissioni, ma anche questi piccoli fastidi fanno parte dell’autenticità del rapporto.
Per recuperare il rapporto ora è necessario partire dal vostro passato, da ciò che vi siate detti ed individuare una serie di azioni credibili per tornare insieme poco alla volta, nel più breve tempo possibile.

0 Commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*